Recensione Il visconte che mi amava di Julia Quinn

Con la recensione de Il visconte che mi amava di Julia Quinn vi parlo del secondo libro della serie Bridgerton con protagonista il maggiore dei fratelli, Anthony.

Recensione Il visconte che mi amava di Julia Quinn

Titolo: Il Visconte che mi amava Link Amazon
Titolo originale: The Viscount who loved me
Serie: Bridgerton # 2
Autore: Julia Quinn
Editore: Mondadori
Data Uscita: 2000
Pagine: 376
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo

Serie Bridgerton:
01. Il Duca e io ❤Daphne&Simon❤ Recensione
02. Il visconte che mi amava ❤Anthony& Kate❤
03. La proposta di un gentiluomo ❤Benedict&Sophie❤ Recensione
04. Un uomo da conquistare ❤Colin&Penelope❤ Recensione
05. A Sir Phillip, con amore ❤Eloise&Phillip❤ Recensione
06. Amare un libertino ❤Francesca&Michael❤ Recensione
07. Tutto in un bacio ❤Hyacinth&Gareth❤ Recensione
08. Il vero amore esiste ❤Gregory&Lucinda❤ Recensione

Sinossi

Contrariamente a quanto si mormora, Anthony Bridgerton, lo scapolo più elusivo di Londra, nonché mascalzone e libertino, ha deciso di sposarsi. L’unico ostacolo ai suoi progetti è Kate Sheffield, sorella maggiore della fanciulla prescelta. Determinata a mandare all’aria i suoi progetti, Kate lo conduce ben presto all’esasperazione ma, quel che è peggio, è lei la donna che di notte popola i sogni appassionati di Anthony.

Recensione Gabriella
Recensione Giulia

Recensione di Gabriella

Con la recensione de Il visconte che mi amava di Julia Quinn eccomi arrivata al secondo capitolo della serie dei Bridgerton.

Anthony è convinto che, come suo padre, la sua sarà una morte prematura e, per lasciare il titolo a un erede, decide che è arrivato il momento di convolare a nozze e tra tutte decide che la futura Lady Bridgerton sarà Edwina Sheffield, ignorando però che, per arrivare a sposarla, dovrà prima passare sotto il giudizio della sorella Kate che non ha proprio una brillante opinione di lui, anzi…
Lui, inoltre, è fermamente convinto che non si dovrà mai innamorare della sua futura moglie.

Anthony mi ha incuriosita sin dal primo libro, con il suo prendersi carico della famiglia e rendersi responsabile delle sorti dei suoi fratelli e sorelle. Mi ha colpito molto come lui fosse così legato al padre e di come si sia sentito alla sua morte. Allo stesso tempo, ho trovato Kate assolutamente in linea con lo stesso pensiero di Anthony per la sorella Edwina.
L’unica cosa che mi ha un po’… “infastidita” è che a un certo punto ho pensato fosse troppo.

“Era impossibile. Era certamente un incubo. Se avesse chiuso e riaperto gli occhi lei sarebbe scomparsa. Strizzò gli occhi. Lei c’era ancora. Kate Sheffield, la donna più irritante, molesta e diabolica d’Inghilterra, era accucciata come una rana sotto la sua scrivania.”

Kate si considera una nullità, messa sempre in ombra dalla sorella più piccola, ma solo Anthony è riuscito a farle capire che non doveva assolutamente e che non lo meritava.

La trama l’ho trovata esilarante. Ho riso per i loro continui battibecchi, e quando si dice che alla fine chi disprezza compra è proprio vero!

“Edwina sussurrò a Kate: <<Perché ho l’impressione che ci sia in atto una faida familiare?>>
<<Penso che i Bridgerton prendano molto seriamente il Pall Mall>> sussurrò di rimando Kate.
I tre uomini avevano assunto espressioni da bulldog, determinati a vincere.”

Anche in questo libro confermo che la famiglia Bridgerton mi piace tantissimo e adoro il rapporto che c’è tra tutti i componenti della famiglia. La partita di Pall Mall è stata assolutamente una delle parti più divertenti di tutto il libro, ma vi assicuro che non è la sola.

“<<E voi siete nervoso?>> chiese con impertinenza. Lui si sporse verso di lei, gli occhi scuri caldi e colmi di promesse.
<<Oh, disperatamente>> le mormorò. Ridusse la distanza fra loro, trovando con le labbra la sensibile pelle di un orecchio di lei. <<Mi batte forte il cuore>> sussurrò.”

Consiglio questo libro a tutte coloro che cercano una lettura leggera, un lieto fine e… che vogliono scompisciarsi dalle risate!

otto

Recensione di Giulia

Con la recensione de Il visconte che mi amava di Julia Quinn, questa volta il protagonista è il primogenito della famiglia, Anthony, che da quando aveva 18 anni, e suo padre morì giovanissimo a causa di una puntura d’ape, ha dovuto reggere sulle sue spalle il peso di tutta la sua famiglia.  

«È davvero più difficile quando si è più grandi. Si è avuta la possibilità di conoscerli, ma il dolore della perdita è più intenso»  

Ora all’età di quasi 30 anni e dopo anni di libertinaggio, sa che il suo dovere è mettere al mondo un’erede e, per questo, deve cercare una moglie, ma non una qualsiasi. Anthony ne vuole una che sia intelligente e che possa diventare sua amica perché l’ultima cosa che vuole è innamorarsene.

Crede di averla trovata nella figura di Edwina Sheffield ma Anthony dovrà fare i conti con sua sorella maggiore e Kate che non vuole assolutamente che sua sorella sposi un ex libertino che la renda infelice. Inizia quindi a cercare di mettere i bastoni tra le ruote a Anthony, il quale è sempre più deciso a corteggiare Edwina, proprio per quest’accanimento che Kate ha nei suoi confronti!  

«Non fatemi questo. Non ora. Non è il suo momento. Mi avete sentito? Non è il suo momento! Avvertì qualcosa di unico sulle guance e si accorse che erano lacrime.»  

Alla fine ovviamente chi ci cascherà sarà lei, in quanto riuscirà a capire che Anthony potrebbe essere l’uomo giusto per lei, mai i due inizieranno a conoscersi meglio e a capire che sono fatti l’uno per l’altra e che essere innamorati non è poi così male!  

«Significa che l’amore non è temere che possa venire strappato via. Amore è trovare la sola persona che rende completo il tuo cuore, che ti rende migliore.»    

Bellissimo anche questo libro, anche se ho preferito un pochino di più il primo, ma solo per quanta riguarda i personaggi, la scrittura della Quinn è sempre fantastica.

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla HomeTorna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.