Recensione Un uomo da conquistare di Julia Quinn

Con la recensione di Un uomo da conquistare di Julia Quinn eccomi di nuovo qui per continuare a parlare del quarto libro di questa bellissima serie storica, con protagonista il terzo figlio, Colin.

Recensione Un uomo da conquistare di Julia Quinn

Titolo: Un uomo da conquistare Link Amazon
Titolo originale: Romancing Mister Bridgerton
Serie: Bridgerton # 4
Autore: Julia Quinn
Editore: Mondadori
Data Uscita: 2000
Pagine: 384
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo  

Serie Bridgerton:
01. Il Duca e io ❤Daphne&Simon❤ Recensione
02. Il visconte che mi amava ❤Anthony& Kate❤ Recensione
03. La proposta di un gentiluomo ❤Benedict&Sophie❤ Recensione
04. Un uomo da conquistare ❤Colin&Penelope❤
05. A Sir Phillip, con amore ❤Eloise&Phillip❤ Recensione
06. Amare un libertino ❤Francesca&Michael❤ Recensione 07. Tutto in un bacio ❤Hyacinth&Gareth❤ Recensione
08. Il vero amore esiste ❤Gregory&Lucinda❤ Recensione

Sinossi

Penelope Featherington è segretamente innamorata di Colin Bridgerton, il fratello della sua migliore amica. Da anni lo osserva da lontano ma all’improvviso si rende conto di non conoscerlo affatto. Lo stesso Colin, rientrando da un viaggio all’estero, scopre che molte cose sono cambiate. Soprattutto Penelope: ora non riesce a smettere di pensare a lei. È davvero la donna che potrà renderlo felice.

Recensione di Gabriella
Recensione di Giulia

Recensione di Gabriella

Con la recensione di Un uomo da conquistare di Julia Quinn eccomi al quarto libro della serie, quindi a metà e devo dire che sono rimasta molto soddisfatta di aver intrapreso questa lettura.

Ormai conosciamo tutti i componenti della famiglia Bridgerton e con questo libro si parla della storia di Colin con Penelope che conosce da una vita e di cui lei è segretamente innamorata. Ma altra cosa che torna sempre in primo piano è la risposta alla domanda: chi è lady Whisteldown?

Ormai sono anni che Penelope è segretamente innamorata di Colin, ma lui con i suoi continui viaggi si trova spesso e volentieri lontano da casa e rimane ancora single con grande dispiacere della madre, finchè di ritorno dall’ultimo viaggio, decide che è arrivato il momento di decidere cosa fare della sua vita e di far così anche felice sua madre sposandosi.

“Era colpa sua quanto degli altri. Un vero e proprio circolo vizioso. Ogni volta che entrava in una sala da ballo Penelope si trasformava nella ragazza timida e impacciata degli anni passati invece che nella donna sicura di sè che le piaceva credere di essere diventata.. quanto meno nel cuore.”

Penelope ormai viene additata senza mezzi termini come zitella e a lei sta anche bene in quanto finalmente riuscirà a uscire dagli obblighi dettati dalla madre e a cercare di sentirsi più libera e forte. Lei ed Eloise sono ancora grandi amiche e il fatto che nessuno delle due si sia ancora sposata la consola.

Da questo momento se non avete letto il libro, strano per me, ma non posso fare a meno di fare dello spoiler!

Finalmente in questo libro, viene svelato chi è Lady Whisteldown e niente poco di meno che la stessa Penelope che nei panni di Lady Whisteldown riusciva ad essere quello che nella realtà non è e a dire senza mezzi termini quello che pensa delle persone che la circondano. Da qui in pratica gira tutto il libro. Della storia tra lei e Colin rimangono giusto degli spazi che però, dal mio punto di vista, passano in secondo piano.

“I lineamenti di Colin si addolcirono. <<Vi amo>> le disse con un tono di voce profondo e appassionato. <<Vi amo dal profondo del cuore. Vi amo per il passato, il presente e il futuro.>>
Si chinò in avanti e la baciò una sola volta, dolcemente, sulle labbra. <<Vi amo per i figli che avremo e per gli ani che trascorreremo insieme. Vi amo per ognuno dei miei sorrisi ancora di più per ciascuno dei vostri. Vi amo>> ripetè ancora. << Lo sapete vero?>>”

Questo purtroppo è stato il libro della serie che finora mi è piaciuto meno, probabilmente perchè l’ho trovato più incentrato nel cercare di risolvere questa cosa che altro e poi perchè non ho ritrovato il Colin che mi ha fatto ridere nei libri precedenti e che in qualche modo è stato un pò messo in secondo piano.

Lo stile dell’autrice è sempre fresco ed è riuscita egregiamente a uscire dall’empasse del “e adesso come risolvono?”.

Uno dei personaggi che ho iniziato ad amare molto e che non mi ha mai deluso è Lady Dandbury che ho trovato veramente spassosissima!

Consiglio questo libro a tutte coloro che hanno iniziato la serie a cui consiglio di continuarla senza ombra di dubbio.

Sette

Recensione di Giulia

Con la recensione di Un uomo da conquistare di Julia Quinn, dopo Daphne, Anthony e Benedict, ora tocca al terzo fratello in linea di successione, Colin! Lui è il viaggiatore della famiglia, ha passato circa 10 anni andando in giro per il mondo per tornare solo ogni tanto durante la stagione dei balli e perché, essendo un Bridgerton, non riesce mai a separarsi troppo dalla sua grande famiglia (ora decisamente più allargata con i vari nipoti che, nel frattempo, sono nati).

Quando nel 1824, Colin torna dal suo ennesimo viaggio a Cipro, decide che è ora di rimanere a casa un po’ di più per amore di sua madre… anche se lei continua a presentargli ragazze nubili e a stilare una vera e propria lista di quelle più adatte a lui. Penelope è quella più felice che lui sia tornato, sono ormai 12 anni che ha una cotta segreta per lui ma sa benissimo che non potrà mai essere ricambiata. Ormai ha 28 anni suonati e, durante la sua entrata in società, non ha mai avuto proposte di matrimonio da parte di nessun gentiluomo. Questo perché sua madre continuava a vestirla con abiti gialli che la facevano sembrare davvero poco attraente.

Penelope è  quindi già additata come zitella fatta e finita e a lei importa poco. Una delle sue poche gioie è l’amicizia che ha con la sorella di Benedict, Eloise Bridgerton. Ma non sa che in quell’anno cambieranno parecchie cose, soprattutto il suo carattere, finora remissivo e accondiscendente verso quell’élite che la disapprova, diventando invece una donna forte e consapevole di quello che vuole.

«E’ una cosa piuttosto grave – le disse con espressione seria.Penelope fece per alzarsi in piedi. – E’ successo qualcosa? C’è qualcuno che sta male? — No, nulla del genere. – si interruppe, emise un profondo sospiro, quindi si passò le dita fra i capelli scompigliati. – Si tratta di Eloise. — Cosa c’è?-Non so come dirlo. Io… Avete qualcosa da mangiare?»«-Ti amo- le disse a voce bassa e ardente. Ti amo con tutto quello che sono, con tutto quello che sono stato e con tutto quello che spero di essere.»

Devo dire che, per quanto ami la sua scrittura e come imposta ogni storia in modo totalmente diverso e inaspettato, questo libro è quello che mi è piaciuto meno finora. Forse perché stavolta i due protagonisti si conoscevano già e quindi non c’è stato il batticuore del primo incontro o del primo sguardo. In compenso però, la dichiarazione d’amore finale è stata epica e questo ha in parte risollevato il mio giudizio.

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.