Recensione Amare un libertino di Julia Quinn

Amare un libertino di Julia Quinn

Con la recensione di Amare un libertino di Julia Quinn, oggi parliamo del sesto libro di questa serie, faremo la conoscenza di Francesca, unico personaggio di cui si legge meno, dato che viveva in Scozia con il marito.

Recensione Amare un libertino di Julia Quinn

Titolo: Amare un libertino Link Amazon
Titolo originale: When he was wicked
Serie: Bridgerton # 6
Autore: Julia Quinn
Editore: Mondadori
Data Uscita: 2006
Pagine: 281
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo  

Serie Bridgerton:
01. Il Duca e io ❤Daphne&Simon❤ Recensione
02. Il visconte che mi amava ❤Anthony& Kate❤ Recensione
03. La proposta di un gentiluomo ❤Benedict&Sophie❤ Recensione
04. Un uomo da conquistare ❤Colin&Penelope❤ Recensione
05. A Sir Phillip, con amore ❤Eloise&Phillip❤ Recensione
06. Amare un libertino ❤Francesca&Michael❤
07. Tutto in un bacio ❤Hyacinth&Gareth❤ Recensione
08. Il vero amore esiste ❤Gregory&Lucinda❤ Recensione

Sinossi

Quando Michael Stirling, il più audace libertino di Londra, incontra Francesca Bridgerton è amore a prima vista. Un amore non ricambiato: Francesca sta per sposare suo cugino John. E anche se un evento improvviso libera Francesca da qualunque vincolo, Michael non osa confessarle il proprio amore e per dimenticarla parte per l’India. Ma al suo rientro, inaspettatamente, Francesca gli chiede consiglio per trovare un buon marito: potrà Michael sopportare di gettarla tra le braccia di un altro?  

Recensione di Giulia
Recensione di Gabriella

Recensione di Giulia

Con la recensione di Amare un libertino di Julia Quinn conosciamo Francesca, finora, è sempre stata il personaggio meno nominato durante le storie degli altri 5 fratelli, quindi non sapevo cosa aspettarmi da lei e devo dire che è quella che mi è piaciuta meno, sebbene la storia sia stata bellissima e piena di emozioni contrastanti. Probabilmente è per il fatto che, diversamente da Daphne ed Eloise, lei è più pacata e “noiosa”.

«-Fa’ ancora freddo.- -Questo non ha mai fermato me e John.- -Già, beh, voi siete scozzesi. Il vostro sangue circola bene anche mezzo congelato.-»

Anche se suo marito è morto da qualche anno, ormai, e sebbene sia ancora molto giovane, non riesce proprio a pensare di rifarsi una vita, pensando che l’amore si possa trovare solo una volta. Michael, cugino del defunto John, invece, è il personaggio maschile che più mi è piaciuto, è divertente e appassionato. Non si arrende alla ritrosia di Francesca ma, pian piano, riesce ad entrarle nel cuore.

«-Perché? È  perché vi amo, maledizione. Perché vi ho sempre amata. Perché vi ho amata quando stavate con John, e vi amavo quando ero in India e Dio solo sa’ se non vi merito, ma vi amo comunque.»

Insomma, un libro da leggere assolutamente! Insieme agli altri della serie.  

Recensione di Gabriella

Eccomi arrivata al sesto volume della serie Bridgerton con Amare un libertino di Julia Quinn.
Francesca dopo appena due anni di matrimonio rimane improvvisamente vedova. Dopo 4 anni di vedovanza, decide di volere un bambino e di accettare di conseguenza un matrimonio di apparenza in modo da poter avere un bambino e, con questo, continuare a pensare alla memoria del marito morto. Ma tra questo suo desiderio e il riuscire a realizzarlo c’è di mezzo Michael, cugino del defunto marito e migliore amico di Francesca.

Di Francesca effettivamente se ne è parlato veramente poco nei libri precedenti, quindi si sapeva veramente pochissimo di lei, del suo passato e di come potesse essere il suo presente. Immaginavo che sarebbe stata tosta caratterialmente, ma mai avrei immaginato così dura nelle sue convinzioni.

“Raccontatemi qualcosa di peccaminoso. Qualcosa che John non approverebbe.”

Anche Michael si presenta molto deciso e convinto delle proprie convinzioni, tanto che alla morte del cugino John, decide di partire per l’India, e quando torna, caso vuole che si imbatta in Francesca, suo amore a prima vista, che nonostante siano ormai passati ben 4 anni dalla sua partenza, i sentimenti che lui prova per lei sono gli stessi, quindi due belle teste dure.

“Cosa sarebbe accaduto se avesse trovato qualcuno che l’avesse fatta sentire come quando era con John?
Le sembrava improbabile, ma se fosse successo? Come sarebbe riuscita a vivere con se stessa?”

Non avevo grosse aspettative su questo libro della serie e probabilmente essendo per me un personaggio completamente bianco sulla carta, mi sono avvicinata a questo libro completamente libera e senza aspettative. La Quinn non si smentisce mai e ha reso molto credibile tutta la storia e complesso l’avvicinarsi dei due personaggi.

La cosa che mi piace tantissimo del leggere dei libri di questa autrice è che alla fine viene spiegato come ha fatto a scrivere di determinati argomenti e soprattutto in questo, spiega perfettamente le vicende e gli studi che l’hanno portata a scrivere la storia. Veramente brava!

otto

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.