Recensione Vorrei solo poterti odiare di Kennedy Ryan

Vorrei solo poterti odiare di Kennedy Ryan

Con la recensione Vorrei solo poterti odiare di Kennedy Ryan vi parlo del secondo libro, uscito qualche giorno fa, della serie Shot, ambientato nel mondo dell’NBA!

Recensione Vorrei solo poterti odiare di Kennedy Ryan

Titolo: Vorrei solo poterti odiare Link Amazon
Titolo originale: Block Shot
Serie: Hoops # 2
Autore: Kennedy Ryan
Editore: Newton Compton
Data Uscita: 27 maggio 2020
Pagine: 430
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo 

Shot Series:
01. Vorrei solo averti qui  Recensione
02. Vorrei solo poterti odiare
2.5 Vorrei solo te per Natale Recensione
03. Vorrei solo fidarmi di te Recensione

Sinossi

Se Jared Foster avesse un dollaro per ogni volta che Banner Morales gli ha fatto saltare i nervi, sarebbe un uomo ricco. Se avesse un dollaro per ogni volta che lei l’ha rimesso al suo posto, poi, sarebbe miliardario. Jared è un agente sportivo di successo e Banner è la sua concorrente numero uno. Per lui i “no” non esistono. Sono semplicemente l’occasione per dimostrare quanto è bravo a convincere chiunque a fare affari con lui. Chiunque tranne Banner, ovviamente. Lei è convinta che riuscirà a vincere la sfida con il suo più grande rivale. E non lascerà che la fortissima attrazione tra loro si metta in mezzo…

Recensione di Giulia
Recensione di Ines

Recensione di Giulia

Con la Recensione di Vorrei solo poterti odiare di Kennedy Ryan se avete già letto “Vorrei solo averti qui”, conoscete già il protagonista maschile, Jared, fratellastro di August. Sebbene, già nel primo libro abbia avuto qualche comparsata facendoti scorgere un po’ il suo carattere duro, qui possiamo assaporarlo in pieno. Jared è riuscito, insieme a Gus, a creare dal nulla la sua agenzia e a farla prosperare in pochissimo tempo. L’unica persona che può competere con lui nel campo del lavoro, è Banner Morales.  

Il libro è diviso in tre parti, nella prima viene raccontato il periodo del college dei due, dove si sono conosciuti e avvicinati, raccontando anche il motivo per cui lei adesso lo odia. Jared è un uomo chiuso, che cerca di circondarsi solo delle persone a cui vuole bene, ossia la sua famiglia allargata, e odiando il resto del mondo.  

“-Sei così bello,- sussurro. Le mie mani non possono fare a meno di quella sensazione. -È solo una corazza,- esclama Jared. Le sue parole sono seducenti, il respiro rotto. -La aprirò per te e ti mostrerò la vera parte di me.-” 

Il mio personaggio preferito in assoluto però rimane lei, Banner. Il personaggio più imperfetto che abbia mai incontrato finora. Non è magra, ha la pancia e i fianchi grossi e, durante la storia è bello vedere come riesce a superare questo suo non essere “perfetta” per forza. Accetta le sue imperfezioni e Jared, soprattutto, le mostra come in realtà lei sia bellissima dentro e fuori.  

“Ogni insulto, ogni critica, ogni parola cattiva che mi è stata rivolta perde il suo potere alla luce del suo perfetto desiderio. Essere desiderata in questo modo, eclissa tutte le volte in cui non lo sono stata, tutte le volte in cui non mi sono sentita all’altezza.”

Unica pecca è che, facendo il confronto con il primo libro, non puoi non notarne la differenza di sensazioni provate. La storia di Banner è sicuramente più semplice di quella di Iris e forse questo può oscurarla un po’ se si leggono uno dopo l’altro.
Anche se, come l’altra storia, anche questa non è tutta rose e fiori. Entrambi dovranno affrontare degli ostacoli. soprattutto il fatto che Banner è ormai ufficialmente fidanzata con un giocatore che è anche il suo migliore amico da anni. Riuscirà ad uscire fuori da questo triangolo amoroso e ad avere il suo happy ending?  

“Sposta gli occhi stanchi ma decisi da mia madre a me. – Le persone buone possono sbagliare,- prosegue. – Ma rimangono brave persone, ancora capaci di cose meravigliose. E Banner ha dimostrato il suo valore, più di una volta.-“  

Posso solo dire che il finale è la parte più romantica di tutta questa storia turbolenta, una di quelle che ti fa sospirare.
Consiglio.

Recensione di Ines

Con la Recensione di Vorrei solo poterti odiare di Kennedy Ryan capita anche questo. È da più di un ora che ho chiuso le pagine di questo libro e ancora non riesco a descrivere quello che provo al riguardo. Partiamo dai punti negativi che ho trovato e per il quale non ho dato il massimo del voto. In primis ho trovato una marea di errori dovuti per me ad un editing non perfetto per essere gentili. In alcuni punti dovevo tornare indietro all’inizio del capitolo per vedere chi parlasse perché al posto di essere dal punto di vista maschile si aveva tutto al femminile. Questo mi ha stranito molto. Capisco voler far uscire tanti libri ma se a rimetterci è la storia me ne dispiace. E qui la storia c’è ed anche la bravura della scrittrice.

“Lei è il giorno e io sono la notte. Quando il giorno e la notte sono assolutamente uguali, c’è l’equinozio. Banner è il mio equinozio. La mia pari.”

Il secondo punto per il quale il mio voto non è il massimo è la protagonista femminile. All’inizio ho detto: bene non abbiamo il solito prototipo di ragazza ma una un po imperfetta se mi lasciate passare il termine. Si perché è in sovrappeso, si vede mille difetti ed è insicura. Fino a qui tutto ok ma da quando non ha voluto far parlare Jared dopo il fattaccio al college la mia simpatia per lei è caduta a picco. Non l’ho sopportata fino alla fine. Con lo scorrere delle pagine pensavo di cambiare idea che si riscattasse ma è andata di male in peggio. Passiamo ai punti positivi. In primis la storia mi ha catturata come succede sempre con i libri della Ryan mi ha trasmesso emozioni, la sua bravura è indiscussa. Racconta in ogni suo libro tematiche attuali e di vita quotidiano.

“«E tu, potresti farlo?», chiedo, malizia e speranza a condire la mia domanda. «Potresti lasciarmi andare se provassi ad allontanarmi?». Mi guarda, i suoi occhi azzurri e glaciali brillano di una possessività che non avrei mai pensato di desiderare ma che mi eccita. «Tu prova ad allontanarti di nuovo da me, così lo scopriamo».”

Mi sono sentita parte in causa forse perché essendo pure io in sovrappeso capisco i giochi strani che fa la tua testa ma cavoli non sono così piagnucolona. Le dicerie e le cattiverie degli altri a me fanno solo scrollare le spalle. L’importante è il stare bene con se stessi. Poi che vogliamo dire di Jared? Io ho una predilezione per i belli e dannati. Quelli senza cuore all’apparenza ma con la propria anima gemella sono iperprotettivi e farebbero di tutto per lei senza però snaturare il loro carattere. All’inizio del libro era uno stronzo manipolatore e alla fine è rimasto uguale. Si perché se si ama qualcuno bisogna accettare sia i pregi che i difetti.

“«Attento, o smetterò di credere che tu sia lo stronzo che tutti pensano che tu sia», lo stuzzico.«Oh, ma io sono uno stronzo». Inclina la testa indietro contro il sedile per riposare e mi guarda, con occhi profondi. «Solo non con te».”

Adesso attendo agosto per leggere il libro di Glad e Lotus che secondo me come emozioni e traumi sarà molto più simile al primo di questa serie. Ah dimenticavo è bello ritrovare August e Iris e vedere la loro vita in comune e ritrovare Iris così serena ed innamorata. Lo consiglio e spero per voi che Banner non vi stia antipatica

“E per le ragazze là fuori, uguali a Banner e a ME, tutte quelle cicciottelle in un mondo di magre: FORZA! Inseguite quello che volete! Raggiungetelo! Splendete! Siate fiere di voi e fate quello che ha fatto Banner. Costruitevi pezzo per pezzo dentro e fuori. Non lasciate che nessuno vi convinca che non siete belle. Non prestate mai ascolto a un “una ragazza della tua stazza” e nemmeno a un “se solo avessi qualche chilo in meno”. Siete bellissime. Punto.”

Solo queste parole ti fanno capire quanto Kennedy Ryan sia una persona speciale e leggendo i suoi libri lo percepisci.  

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

1 commento

  1. Avevo già letto la tua recensione e mi eè piaciuta tantissimo! Ti chiedo scusa se la commento solo ora! Mi piace molto leggere recensioni che riescano ad esprimere il messaggio del libro usando proprio delle frasi scelte accuratamente. Complimenti! Grazie 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.