Recensione Dimmi che ci sei di Kristen Ashley

Con la Recensione di Dimmi che ci sei di Kristen Ashley, continuiamo a parlare della serie Rock Chick. Il protagonista stavolta è Eddie, un nativo messicano che lavora nell’agenzia investigativa di Lee.

Recensione Dimmi che ci sei di Kristen Ashley

Titolo: Dimmi che ci sei Link Amazon
Titolo originale: Rock Chick: Rescue
Serie: Rock Chick # 2
Autore: Kristen Ashley
Editore: Newton Compton
Data Uscita: 10 dicembre 2017
Pagine: 444
Narrazione: Prima persona, pov della protagonista
Finale: conclusivo

Serie Rock Chick:
01. Dimmi che sarà per sempre ❤India & Lee❤ Recensione
02. Dimmi che ci sei ❤Jet & Eddie❤ 
03. Dimmi che cambierai ❤Roxanne & Hank❤ Recensione
04. Dimmi che lo vuoi ❤Jules & Vance❤ Recensione
05. Dimmi per sempre di sì ❤Ava & Luke❤ Recensione
06. Dimmi che non finirà ❤Stella & Mace❤ Recensione
07. Dimmi che non hai rimpianti ❤Sadie & Hector❤ Recensione
08. Dimmi che sarai mio ❤Ally & Ren❤ Recensione
09. Dimmi che mi amerai ❤Shirleen & Moses❤ Recensione

Sinossi

Jet McAlister è una ragazza abituata da sempre a cavarsela da sola in ogni situazione. Il padre, incallito giocatore d’azzardo, ha abbandonato lei, la madre e la sorella minore quando erano poco più che bambine e la madre ha avuto per questo un serio esaurimento nervoso, in seguito la sorella ha lasciato Denver per Los Angeles per inseguire il suo sogno hollywoodiano e infine la madre ha avuto da qualche mese un grave malore che l’ha lasciata parzialmente invalida. Jet ha dovuto per ciò lasciare il suo tranquillo lavoro in banca e trovarsi due lavori compatibili che le permettessero di gestire da sola la madre e la casa, uno è quello di barista da Fortnum’s, la libro-caffetteria di Indy Savage e il secondo è quello di cameriera nello strip club di Smithie’s.

Da qualche tempo uno dei frequentatori di Fortnum’s, quel gran figo di Eddie Chavez, lo sbirro messicano amico fraterno di Lee Nightingale, fidanzato di Indy e capo di una agenzia di sicurezza privata, sembra averle messo gli occhi addosso, ma non è possibile, nessuno è interessato a lei, che si sente una biondina goffa e insignificante ed è intimorita dal bel moraccione. Così Jet inanella con lui una serie di pessime figure e gaffes involontarie. Fino al giorno in cui al bar-libreria arriva suo padre Ray, che non si era fatto vivo per un bel pezzo e le chiede ospitalità e un po’ di soldi. Jet lo aiuta ma poi si ritrova improvvisamente catapultata in un film poliziesco dove brutti ceffi assortiti la incatenano e la minacciano a turno, variamente armati, cercando notizie di Ray che nel frattempo si è volatilizzato.

È troppo persino per lei ed è a questo punto che Eddie prende in mano la situazione insieme a Lee e ai suoi uomini, cosa che trascinerà Jet in un vortice di sparatorie, inseguimenti, rapimenti, minacce ma anche baci ardenti, passione incontenibile e lunghe e sensuali docce mattutine con Eddie che le dimostra in un modo speciale e tutto suo quanto lei sia desiderabile e attraente e quanto meriti l’affetto e l’amore degli altri.

Recensione di Giulia

Ho iniziato a leggere il primo libro di questa serie circa un anno fa, dopo di che, non so come mai, l’avevo accantonata per poi ricordarmene solamente in questi giorni! Dato che la storia del primo libro mi era piaciuta, ma la protagonista meno, ho sperato che stavolta mi fosse più simpatica…. e così è stato! Il personaggio di Jet è davvero divertente, è una di quelle ragazze carine che non sanno di esserlo e, per questo motivo, è tremendamente timida con i bei ragazzi… Soprattutto con Eddie. Da questa cosa, all’inizio nasceranno delle incomprensioni che ho trovato davvero molto divertenti.

“Vedete lui è un fico. Non fico tanto per dire. È talmente bello che, guardarlo, fa male agli occhi.”

D’altra parte Jet è anche molto ma molto “mai una gioia”, se qualcosa deve andare storto di sicuro c’è di mezzo lei. Questa cosa la porta ad un epilogo quasi disastroso. Eddie invece è tanto bello quanto paziente con lei, dovrà sempre sbrogliare i casini che lei combina ma lo fa sempre con dolcezza.

“-Tu non mi piaci per niente, lo sai?- -Sei una bugiarda.-“

I primi 3/4 del libro mi sono piaciuti davvero molto mentre l’ultima parte mi ha deluso un po’. Il finale non è propriamente finale e non perché ci sia un altro libro che parli di loro, purtroppo. Ma, dato che probabilmente lì rivedrò nel terzo, magari riuscirò a capire come sarà il loro lieto fine. Lei lo lascia per un motivo banale, così banale che mi sembra quasi inventato all’ultimo minuto dall’autrice ma è comunque l’unica cosa che ho trovato spiacevole.   Per il resto, storia carina e scritta bene, la scrittrice ti fa’ sempre di più incuriosire sulla storia degli altri personaggi, peccato che la protagonista femminile si conosca solamente nel libro a lei dedicato!

voto otto

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.