Recensione Blankness di Mary Lin

Con la recensione Blankness di Mary Lin, oggi vi parlo della sua ultima uscita che ci riporta nel mondo dei bikers. Più precisamente dentro al Vipers MC con il secondo libro della serie. 

Recensione Blankness di Mary Lin

Titolo: Blankness Link Amazon
Serie: Viper # 2
Autore: Mary Lin
Editore: Self-publishing
Data Uscita: 23 Giugno 2020
Pagine: 485 pagine
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo

Serie Viper:
01. Madness Recensione
02. Blankness

Sinossi

Jacob
Lasciata l’Irlanda assieme a una manciata di uomini, che sono tutto ciò che rimane del loro vecchio club, Jacob continua a guardare le spalle di suo fratello anche tra i Bad Vipers, nonostante Reel non sia più il suo Presidente.
Chiassoso, maleducato, esagerato, sotto la sua montagna di muscoli vibrano rancori che fatica ad ammettere.
Nessuno è mai riuscito a scavare oltre gli strati dei suoi eccessi.
Nessuno, a parte lei, che deve tenere lontana il più possibile.

Stacy
Quando la sua migliore amica è tornata in Canada, Stacy non si aspettava certo di veder riapparire la dolce Avery assieme a un branco di biker dall’aria truce. Una novità che lei trova stuzzicante.
Sfrontata, provocatrice, incontenibile, Stacy ama orbitare attorno a qualsiasi pericolo. Detesta le regole, odia le imposizioni, è attratta da limiti che ogni sano di mente non oserebbe mai valicare.
E, soprattutto, è attratta da lui, e la sua missione sarà farlo capitolare.

Eppure, è risaputo: a giocare col fuoco si finisce bruciati.
E, quando le fiamme si spengono, non rimane altro che oscurità.

Recensione di Giulia
Recensione di Ines

Recensione di Giulia

Ho iniziato a leggere il libro sapendo che non era il solito libro dark di cui ormai la Lin ci ha abituati, quindi mi sono un po’ “rilassata” pensando fosse molto più leggero. Ovviamente mi sbagliavo. Avevamo già conosciuto Jacob in “Madness”, il fratello cazzone di Reel, che non perde mai occasione per fare battute sceme. Per la prima metà della storia, Jacob è proprio questo, un ragazzo amante della vita, a cui piacciono solo due cose: il sesso e la sua moto.

Finché nella sua vita non entra l’uragano Stacy, migliore amica di Avery, che se la ritrova sempre tra i piedi. Stacy è davvero un portento, una di quelle non le manda a dire e che riesce ad avere il fegato anche di ribattere a Reel. I due, pian piano, si avvicinano, sebbene Jacob tenti in tutti i modi di togliersela dalla testa e tenerla lontano da lui e dal Club.  

“Lui batte le palpebre, un monolite attonito e ottuso. -Non ti dice niente?–Dico che devi dormire- ruggisce, spalmandomi pesantemente la sua mano ruvida sul volto, costringendomi a chiudere gli occhi. Lo faccio, e lui emette un profondo sospiro di sollievo. Quando il buio riprende a ronzarmi perfino nelle orecchie, sussurro: -Sei davvero un rosso, maleducato, ignorante, Jacob.–Puoi dirlo forte.-“  

Fino a qua, direte, tutto perfettamente tranquillo. E invece è proprio qui che il lato “dark” della Lin esce fuori.
Un giorno a Jacob succede una cosa che lo farà trasformare, diventando il contrario di quello che era. A quel punto è così arrabbiato con tutto che tiene distante anche suo fratello e si ritroverà a fare i conti con un destino apparentemente crudele. Questa cosa avrà pesante ripercussioni anche su Stacy, che cercherà in tutti i modi di non mollare, anche se lui non la vuole accanto.  

“-Va bene, me lo merito. Per quello che ti è successo, lo merito.- Una risata di fastidio si fa largo nel mio petto. Con uno scossone, riesco a togliermela di dosso, ma continuo a tenerle stretto il maglione tra le dita. -Ma per me rimani la cosa migliore che potesse capitarmi. Questo non puoi cambiarlo, Jacob. Puoi odiarmi, puoi continuare a dirmi ogni sorta di cattiveria che possa aiutarti a stare meglio, ma non cambierà ciò che provo per te.-“

Non dico nulla sul finale, ma i colpi di scena davvero non si risparmiamo, tanto che l’ho letto tutto d’un fiato senza accorgermene. Come sempre la scrittura della Lin è praticamente impeccabile, scorrevole e mai noioso. Mi è piaciuto tantissimo che abbia fatto vedere la maturazione di Reel ora che è con Avery. Si può dire che sia diventato un essere umano! In ogni sua storia, si vede chiaramente come studi i personaggi dal lato psicologico, tanto che, spesso, mi sono ritrovata con la stessa angoscia che Jacob provava in quei momenti. Trovo bellissimo vedere come sia maturata nel corso dei vari libri e spero davvero che continui così!  

“Un colpo sordo si schianta dentro la stanza. Trattengo il fiato quando ne sento ancora un altro. Strizzo gli occhi e mi stringo con le braccia, mentre una scarica di colpi invade perfino il mio stomaco. Un altro colpo, e un altro, e un altro, come punizione per ciò che mi ha fatto. Jacob…!Lo ascolto prendere a pugni qualcosa, lo ascolto mentre la devastazione lo travolge. E, quando crolla il silenzio, so che sul pavimento sono sparsi i pezzi di noi due.”  

Adesso aspetto con ansia il prossimo. A questo, non posso che dare il massimo dei voti. Una lettura meravigliosa, sebbene a tratti impegnativa.
Lo consiglio solo ai lettori che hanno già letto almeno Madness!    

10.jpg

Recensione di Ines

Eccomi qui a scrivere le sensazioni che l’ultima uscita di Mary Lin mi ha fatto vivere. Partiamo con il dire che di alcuni scrittori/scrittrici leggo tutto quello che esce perché so che vado sul sicuro. Mary fa parte di questa cerchia e se leggete il libro capirete il perché. 

“Perfino nei momenti di totale sconforto c’è quel chicco di luce che pulsa tenace e ti rammenta che vale la pena resistere. Raccoglilo e proteggilo, è prezioso.”

Inizio con il dirvi che mi sono approcciata a questo libro in punta di piedi, perché Jacob, è sempre stato oscurato dalla presenza di Reel e avevo un po’ paura che la storia e i personaggi non fossero all’altezza del fratello maledetto.  Niente di più sbagliato, perché già da subito si capisce che questa storia è una di quelle che ti prendono il cuore e che pagina dopo pagina te lo stritolano.  Un amore, quello di Jacob e Stacy, che passo dopo passo vi devasterà, vi farà innamorare, arrabbiare in alcuni punti mentre in altri vi farà sorridere perché i loro battibecchi non sono altro che dei preliminari.

“Fino a questo momento, avevo creduto che Stacy sapesse di gomma da masticare, ma non potevo essere più lontano dal vero. Stacy sa di natura selvaggia, sa di sole, sa di fiamma. Ha il sapore del delirio, della decisione più folle che potessi mai prendere, e della migliore. Stacy profuma di errore e della cosa più maledettamente giusta. Ha il sapore di ciò che non si può dimenticare.”

Stacy è la migliore amica di Avery, una ragazza che ama la sua libertà conquistata con tantissima fatica, che non si fa intimidire da nessuno nemmeno da Reel che, si sa’, non è un gran simpaticone, anzi. Stacy riesce a non capitolare ai suoi giochetti ma addirittura gli tiene testa. Una ragazza forte che entra con prepotenza nella vita di Jacob sconvolgendogliela. Sa’ quello che vuole e con costanza riesce a ottenerlo.
A primo impatto sembra una ragazza facile, ma niente è quello che sembra, ha costruito attorno a se’ delle mura invalicabili che Jacob inconsapevolmente riesce col tempo a far crollare.

“Ti sei mai sentito fuori posto? Ti sei mai sentito come se fossi nato nel posto sbagliato o nel tempo sbagliato… Per me è sempre stato così, ma tu… tu mi fai sentire nel posto giusto, Jacob.”

Lui dal canto suo è l’eterno secondo, quello che deve proteggere le spalle di Reel da tutta la vita, un colosso d’uomo, scurrile che non vuole legami, vuole solo salire sulla sua signora e sentire il vento in faccia ma, per le persone della sua vita, farebbe di tutto anche annullarsi. Jacob vi farà innamorare di lui pagina dopo pagina, con la sua sofferenza che non mostra a nessuno ma che traspare. Lo scontro fra questi due caratteri darà vita ad un’incendio che, ad un certo punto, si farà fatica ad estinguere ma con Mary non si sta mai tranquille e… vi consiglio di munirvi di fazzoletti perché ne avrete veramente bisogno.

“Il suo bacio è impetuoso, come una mareggiata, e mi si infrange dentro con la potenza di una supernova, ricominciando a sgretolare, frantumare, distruggere le pareti rinforzate attorno al mio cuore spaventato. Glielo lascio fare, perché non ho energie contro un bacio che grida: non scappare.”

La scrittura della Lin è minuziosa quasi maniacale e che libro dopo libro è cresciuta in maniera esponenziale, così come sono cresciuti i suoi personaggi. Anche in questo libro, come nei precedenti, ha affrontato dei temi scottanti e si vede che dietro c’è molta ricerca. Ho ritrovato un Reel che, parliamoci chiaro, è sempre lui, cupo alle volte ancora vuoto ma che sa dominarsi, ama il fratello e farebbe di tutto per lui e questo mi ha sorpresa. Come mi ha sorpreso il suo humour che in alcuni punti è uscito e, udite udite, ha perfino sorriso.
I personaggi sono così ben descritti che ti sembra di conoscerli, quindi quello che posso dirvi è LEGGETELO non ve ne pentirete.

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *