Recensione Mai Una Gioia Amori e altri inciampi di Lea Landucci

Con la recensione di Mai una gioia amori e altri inciampi di Lea Landucci, parleremo di questo libro di esordio della scrittrice, che mi ha incuriosito già dal titolo, che parla da sé.

Titolo: Mai una gioia: amori e altri inciampi Link Amazon
Autore: Lea Landucci
Editore: Self Publishing
Data Uscita: 31 marzo 2020
Pagine: 342
Narrazione: Prima persona
Finale: conclusivo 

Sinossi

Cristina ha trent’anni, vive a Firenze ed è una investigatrice digitale: scopre tutto su tutti analizzando i loro profili sui social network!
È tanto competente e brillante sul lavoro, quanto imbranata e sfigata nel resto della vita. Ha una madre insopportabile, un padre insicuro, e le sue migliori amiche vivono a centinaia di chilometri da lei. Il suo ex l’ha lasciata un anno fa con un SMS, il giorno di Natale, e da allora si sente dannatamente sola, anche se non lo ammette.

Si barcamena tra la sua “mania dei maniaci”, la sindrome da parlata non supervisionata e la propensione all’innamoramento istantaneo (non ricambiato). L’apoteosi del mai una gioia.
Ma quest’anno ha deciso che sarà IL SUO anno!
Ridurrà a zero le aspettative e si godrà tutto ciò che arriva, con assoluta leggerezza!
Applicherà alla lettera le “regole per la perfetta seduttrice”: puntare, sedurre, colpire e abbandonare. Tutto chiaro. Forse.

Recensione di Ines

Recensione Mai Una Gioia Amori e altri inciampi di Lea Landucci. Conosco e seguo Lea su instagram da un po’ di tempo e quando ho scoperto che usciva il suo libro mi sono detta: “deve essere mio”. Ne vogliamo parlare del titolo? Chi più chi meno ha avuto un periodo della sua vita che è stato il mai una gioia. Ecco, a me il mai una gioia mi perseguita un po’ da tutta la vita. Mi sono decisa a leggerlo in questo giugno pazzerello grazie ad una lettura di gruppo e dopo un blocco del lettore pauroso. Avevo bisogno di leggerezza e di risate e in questo libro troverete entrambe.

“La felicità è prima di tutto una responsabilità, bisogna lottare per averla, lo dobbiamo a noi stessi”

La protagonista del libro è Cristina che vive a Firenze insieme a Carmen il suo cane e che da un anno è stata lasciata dal fidanzato Roberto. Da allora la sua vita amorosa ha subito uno stop e per i propositi del nuovo anno, che sta per arrivare, vuole essere un po’ di più come la sua amica Sabrina: puntare, sedurre, colpire e abbandonare un uomo in modo da non soffrire. 

Il trio di amiche, fin dai tempi del liceo, trascorre il capodanno a Milano dove abita Sabrina. Insieme, vanno ad una festa esclusiva di Cavalli, dove Cristina conosce Michele soprannominato Mr. Sexy e trascorre la serata con lui parlando e aspettando l’alba. Da qui inizia una storia un po’ bizzarra, ma il cuore di Cristina cede e pian piano si innamora di Michele. 

“La cosa bizzarra è che l’anima reagisce come se avesse un’infezione e ci mette un’eternità a guarire, altre volte dopo un paio di giorni inizia a formarsi una cicatrice che col tempo diventa piccola e quasi invisibile.”

Tutto sembra procedere per il meglio per Cristina sia in ambito lavorativo che in quello sentimentale, ma il mai una gioia che la insegue sarà dietro l’angolo a compiere il suo dovere: metterle i bastoni tra le ruote.  Siamo sicuri che il mai una gioia sia sempre negativo? Alle volte può risultare la cosa più bella che ci sia successa ma, per affermare questo, prima bisogna superare gli strascichi di quello che ha prodotto sia internamente che esternamente. 

“La vita non regala nulla, a volte concede, più spesso prende e pretende.”

Ho trovato la scrittura di Lea accattivante, i suoi personaggi sono ben descritti. Il rapporto d’amicizia tra Cristina, Sabrina e Daniela è il filo conduttore del libro. Sono una diversa dall’altra sia fisicamente che caratterialmente, abitano a chilometri di distanza ma quando una delle tre è in difficoltà le altre due corrono in suo aiuto. 

“La cosa davvero importante non è che tu sia riuscita o meno a vivere il tuo giorno più felice, basta lasciare che la vostra amicizia renda stupendi tutti i giorni della vostra vita.”

Quindi cosa aspettate? Prendete in mano questo libro e immergetevi nella storia di Cristina e delle sue amiche. Non ve ne pentirete assolutamente.  Promosso.

Recensione di Gabriella

Recensione Mai Una Gioia Amori e altri inciampi di Lea Landucci. Mi sono fatta incuriosire tantissimo dal titolo, non potevo non leggerlo. Poi leggendo la recensione di Ines ero ancora più curiosa.
Cristina è un’investigatrice informatica e può scoprire tutto grazie ai social. Ha una madre che è tutto un programma, un padre che per fortuna è l’esatto opposto e due amiche che più amiche non si può. Ma la cosa che la “colpisce” più di tutte è che del “Mai una gioia” ne ha fatto ormai uno stile di vita.

“Con l’umore di una regina spodestata dal suo regno (il letto), mi infilo una giacca oversize sopra la tuta-pigiama e aggancio al guinzaglio al collo di Carmen, l’unica felice di uscire a quest’ora.”

Sinceramente ho trovato la scrittura molto acerba, è sì il suo primo libro, ma penso possa fare di meglio. In alcuni punti ho riso a più non posso, mentre in altri… chiedevo pietà!Bellissimo il rapporto che ha con le sue amiche anche se purtroppo abitano tutte in città diverse e sono diversissime tra loro.

“Parliamoci chiaro: non faccio sesso da mesi, il lavoro mi stressa tantissimo, le mie migliori amiche vivono a centinaia di chilometri di distanza, non fumo, non mi drogo e non vado in palestra. Cosa diavolo mi resta? Il soffritto mi resta. La Nutella e la Coca Cola. Il sugo, la pasta, la pizza, la birra e il sushi. Le cotolette impanate, le patatine fritte e i brownie.”

Fino alla fine non ho capito chi fosse il vero protagonista maschile. Avrei preso a padellate lei un momento sì e uno no! Deciditi! Troppa confusione e troppa incertezza. 

“Alla fine ci siamo visti sono tre giorni fa. Si sta solo comportando come un uomo adulto che è appena entrato in una relazione adulta con una donna adulta.E io devo fare altrettanto.Dove ho messo l’ansiolitico?”

A un certo punto ho anche pensato che l’unico finale degno di questo libro fosse appunto il Mai una gioia.Non mi ha entusiasmata più di tanto. Sinceramente non lo consiglio.

6

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.