Recensione Questo amore sarà un disastro di Anna Premoli

Questo amore sarà un disastro di Anna Premoli

Con la Recensione di Questo amore sarà un disastro di Anna Premoli, iniziamo a parlarvi di un’autrice di cui abbiamo letto praticamente tutto e di cui ogni volta aspettiamo il prossimo libro con trepidazione.
Anna Premoli, nata in Croazia nel 1987, si trasferisce a Milano dove si laurea in economia dei mercati finanziari alla Bocconi. Si occupa di consulenza finanziaria e ottimizzazione fiscale. Se la matematica è sempre stata il suo forte, la scrittura invece è arrivata per caso, come “metodo antistress” durante la prima gravidanza.

Recensione Questo amore sarà un disastro di Anna Premoli

Titolo: Questo amore sarà un disastro Link Amazon
Serie: # 1
Autore: Anna Premoli
Editore: Newton Compton
Data Uscita: 7 ottobre 2019
Pagine: 320
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo  

Serie:
01. Questo amore sarà un disastro
02. Molto amore per nulla Recensione
03. Tutto a posto tranne l’amore Recensione

Sinossi

Edoardo Gustani è un rampante golden boy della finanza milanese, esperto di fusioni e acquisizioni. Al momento è interessato a rilevare la maggioranza della Health Green, una società che opera nel settore degli integratori e dei prodotti biologici, in difficoltà in seguito a qualche colpo di testa dell’ultimo amministratore delegato. Per portare a casa l’accordo, Gustani deve convincere i membri della famiglia Longo, proprietari da generazioni.

C’è solo uno scoglio da superare: avere il parere favorevole di Elena, nipote delle quattro anziane azioniste. Elena non ha più nulla a che fare con la società, da quando il padre le ha preferito il figlio maschio come amministratore delegato. Ha voltato pagina e aperto un centro olistico nel quale le persone possono allontanarsi dal caos quotidiano e staccare finalmente la spina. Edoardo, abituato ad averla sempre vinta, non riesce a credere che Elena non voglia lasciarsi convincere dalle sue validissime ragioni. La sconfitta non fa parte del suo dna.

Decide quindi di trascorrere qualche giorno nel centro di Elena. È sicuro di riuscire a farla ragionare sfruttando il suo grande fascino. Ma ci sono imprevisti che nemmeno un cinico e calcolatore uomo d’affari può immaginare.

Recensione di Gabriella

Edoardo è un golden boy della finanza, esperto in fusioni e acquisizioni, ha come scopo attuale quello di rilevare la maggioranza della Health Green, una società famigliare da generazioni, che si trova attualmente in difficoltà. Per poterlo fare, deve portare dalla sua parte i componenti della famiglia Longo. Per poterci riuscire deve avere il parere favorevole di Elena, nipote delle quattro anziane azioniste.

Elena però non ha più niente a che fare con la società da quando il padre ha preferito avere il figlio maschio come amministratore delegato. Da allora, ha voltato pagina e ha aperto un centro olistico dove allontanarsi dal caos quotidiano.
Cosa che più lontana da Edoardo non ci possa essere, ma per portare a termine questo affare è disposto a tutto, anche a passare qualche giorno in questo centro. A tutto questo si aggiungono imprevisti che anche lui non aveva calcolato.

“Un medico mi ha detto che ho troppa energia mentale e fisica per arrendermi al sonno. Ecco, una cosa almeno il luminare l’aveva intuita correttamente: io non mi arrendo. Né al sonno né ai confronti. E presto lo scoprirà anche Elena.”

Questo libro è stato un parto! Generalmente leggo i libri della Premoli in un paio di giorni al massimo, ma questo l’ho trovato veramente pesante e molto sottotono rispetto ai suoi standard.
La cosa che mi è piaciuta di questo libro è che, per la maggior parte, abbia avuto il punto di vista maschile, ma salvo solo questo. Edoardo non mi è piaciuto per niente, troppo arrogante e pieno di sé, non sono proprio riuscita a farmelo piacere, non c’è stato un solo momento dove sia riuscita a entrare nella sua testa.    

“<<E permettimi di dissentire, tu un po’ mi conosci ormai. Abbiamo respirato insieme, no?>>, mi stuzzica con una strana luce negli occhi.<<Respirare è tutto quello che arriveremo mai a fare>>, puntualizzo, prima che possa mettersi in testa chissà cosa. Lui alza le mani. <<Ma certo, mai pensato diversamente. Respireremo…>>, ripete con una strana enfasi, come se la parola potesse assumere infiniti significati.”

Elena assolutamente insipida. Cambiava idea come se niente fosse.

“Sono una profonda sostenitrice dell’idea che la solitudine peggiore non sia quella senza qualcuno accanto, ma all’interno di una relazione sbagliata.”

La storia l’ho trovata pesante, piena di paroloni che ha reso il tutto ancora più noioso e pretenzioso. Mi spiace ma proprio non ci siamo, non lo consiglio assolutamente.

cinque

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.