Recensione Il confine tra noi due di Chiara Mineo

Con la Recensione de Il confine tra noi due di Chiara Mineo vi parlereo di un’autrice italiana self che forse molti di voi non conoscono. Venite a leggere la recensione!

Recensione Il confine tra noi due di Chiara Mineo

Titolo: Il confine tra noi due Link Amazon
Autore:
Chiara Mineo
Editore:
Self publishing
Data Uscita:
21 settembre 2019
Pagine:
224
Narrazione:
Prima persona, pov della protagonista
Finale: conclusivo

Sinossi

Che cosa fai quando la tua vita cambia da un giorno all’altro? May Alcott ha solo diciotto anni quando suo padre stabilisce che devono trasferirsi a Cape May. Così inizia il suo nuovo viaggio, la sua nuova vita in una città a lei estranea. L’inizio non è dei migliori, May odia il pensiero di ricominciare tutto da capo, ma è il suo nuovo vicino che riesce a farle cambiare idea, a conferirle una piccola speranza che qualcosa di bello possa trovarsi in quella piccola città che tanto odia. Adrian è carino e simpatico, le mostra la città e… le strappa un bacio. Dopo molto tempo, May sente che forse potrebbe tornare ad essere felice finché non scopre che Adrian è anche il professor Taylor.

È un gioco, un continuo scontrarsi con il dottor Jekyll e Mister Hyde, perché Adrian è dolce e affettuoso, ma quando indossa i panni del professore diventa tutto l’opposto. Una linea di confine stabilirà le regole del loro tormentato rapporto, un confine da non oltrepassare, dove l’unica regola è vietato toccarsi. Ma cosa succede quando ci si innamora? Le conseguenze potrebbero essere disastrose.

Recensione di Giulia

Ho scelto di leggere questo libro soprattutto per la trama, infatti mi sono sempre piaciute quelle storie dove si parla di insegnante/alunna, perché irrimediabilmente porta sempre a qualche “catastrofe” e perché c’è quel pizzico di adrenalina nel fatto di essere un rapporto proibito che ti tiene comunque incollata alle pagine.
In questo caso, però, la storia non si svolge in un college ma in un liceo. Badate bene, però, che May è una 18enne e quindi una maggiorenne, mentre Adrian ne ha solo 25!

La storia inizia con un trasferimento, il padre di May infatti decide di trasferirsi da New York a Cape May, portando con se’ May e il suo fratellino Charlie. Ovviamente lei non è felicissima della cosa, soprattutto perché dovrà lasciare la sua migliore amica.
I due si incontreranno praticamente subito, dato che Adrian abita proprio davanti la nuova casa di May e subito ci sarà chimica.

“Improvvisamente ho caldo, ma non credo sia colpa della birra. Lui si avvicina, non so per quale ragione ma sembra che tutto accada moto lentamente, come nei film. Improvvisamente, il suo viso è vicino al mio, le sue labbra sfiorano la mia guancia e io mi immobilizzo. Non avverto più lo spazio, i miei sensi si concentrano su quel tocco.”

Quando, il giorno dopo, lei scopre che Adrian è il suo insegnante di storia dell’arte, le cose iniziano a farsi complicate. Dovranno decidere se continuare a vedersi di nascosto o troncare del tutto quel rapporto sul nascere. Ma, oltre a questo, dovranno fare i conti anche con altre situazioni che si metteranno in mezzo a loro due.

“-Che cosa significa quel bacio, Adrian?-
-Che più ti sto lontano e più ti voglio bene, più ti conosco e più ti amo.-“

Alla fine della storia ci saranno anche più risvolti inaspettati che davvero sorprendono ma che vengono poi risolti in maniera un po’ troppo sbrigativa, forse anche a causa delle poche pagine del libro.
In sostanza posso dire che la storia mi è piaciuta molto, tanto che sono riuscita a leggerla in nemmeno due giorni, la scrittura della Mineo è abbastanza scorrevole ma purtroppo si vede che è un Self.

Ho trovato parecchie imprecisioni ed errori di scrittura, le scene sono continue senza uno stacco visibile, quindi mi sono ritrovata a dover tornare indietro perché non avevo capito che si trattava di un’altra giornata.
Come detto prima, il finale è un pochino troppo frettoloso per i miei gusti, avrei voluto che si dipanasse in modo più uniforme alla storia prima.
A parte questo, mi sento di consigliarlo a chi ama questo genere di storie, si può passare un bel pomeriggio!

“-Non suonavo il violino da molto tempo…-
-E cosa ti ha fatto cambiare idea?-
-Tu.-“

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla HomeTorna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *