Recensione Come sedurre il playboy di Natasha Madison

Come sedurre il capo di Natasha Madison

Con la Recensione di Come sedurre il playboy di Natasha Madison andiamo avanti con il secondo volume della serie Tempt. Se con il primo volume ci ha fatto divertire, cosa accadrà in questo?

Come sedurre il capo di Natasha Madison

Titolo: Come sedurre il playboy Link Amazon
Titolo originale:
Tempt the playboy
Serie:
Tempt # 2
Autore:
Natasha Madison
Editore:
Quixote Edizioni
Data Uscita:
7 agosto 2020
Pagine:
276
Narrazione:
Prima persona, doppio pov
Finale:
conclusivo

Serie Tempt:
01. Come sedurre il capo Recensione
02. Come sedurre il palyboy
03. Tempt the hookup

Sinossi

play-boyˈplāˌboi/sostantivo. Uomo, per lo più ricco e piacente, che conduce una vita mondana, brillante e frivola; grande conquistatore di donne. Sinonimi: Casanova, Dongiovanni, donnaiolo, latin lover, rubacuori, seduttore.
Noah
Ho tutto. Soldi, bell’aspetto, e tutte le donne che desidero, finché non incontro lei e il mio universo viene stravolto, ma lei non vuole avere nulla a che fare con me.

Kaleigh
Il mio motto è: non uscire mai due volte con lo stesso uomo. Così ci sono meno possibilità di avere il cuore spezzato, finché i miei occhi non si posano sull’unico uomo per il quale infrangerò la mia regola. Pensa di poter scappare o che io la lascerò andare. Pensa di poter gestire una donna come me. Non ne ha idea. Per un uomo che ha tutto, c’è bisogno solo di una cosa. Una seduttrice. Guardatemi, mentre seduco il playboy.

Recensione di Giulia
Recensione di Gabriella
Recensione di Ines

Recensione di Giulia

Attenzione: Non leggere la recensione di Come sedurre il playboy di Natasha Madison in presenza di gente sconosciuta, altrimenti vi prenderebbero per pazzi ogni volta che scoppiate a ridere!
Ebbene sì, questo è uno di quei libri dove ogni due pagine ridacchi per un motivo o un altro.

Noah è il personaggio più idiota (in senso buono, ovviamente) di cui abbia mai letto. La sua vita è basata sui doppi sensi a cui da’ sfoco sia a lavoro che fuori. Vive pensando che il divertimento e il sesso siano le uniche cose importanti, per questo viene additato come playboy.

Kaleigh è un insegnante di yoga, ha una palestra tutta sua in città e, da poco, si è trasferita a casa di sua sorella per aiutarla con i bambini, dato che suo marito l’ha tradita proprio con la babysitter.
La storia di Come sedurre il playboy inizia proprio nello stesso punto dove è cominciato il primo libro, infatti il racconto andrà di pari passo e potremmo leggere di nuovo di alcune situazioni esilaranti avvenute proprio nel primo libro.

«Vorrei davvero, davvero non avere una regola.»
Mi sollevo da lei, puntellandomi sulle braccia. «Che regola?»
«Non vado mai a letto due volte con la stessa persona.»
«E perché cavolo ti saresti imposta questa regola?» le chiedo.
«È solo più facile per tutti e nessuno ne rimane ferito. Nessuna zona d’ombra e non ci saranno risentimenti. È un po’ come la pace e l’amore, sai.»
Scuoto la testa. «E se dopo quella sola volta, la persona ti piace davvero tanto? E se quello è il cazzo migliore che tu abbia mai sperimentato?» Le faccio l’occhiolino. «Nel caso non avessi capito la domanda, sono io il cazzo migliore che tu abbia mai sperimentato.» Lei scoppia a ridere. «Anche se fosse questo il caso, non infrangerò la regola.»

I due personaggi sono davvero fatti l’uno per l’altra, entrambi preferiscono non affezionarsi a nessuno e sono entrambi quasi dipendenti dal sesso.
Noah però capisce subito che Kaleigh è quella giusta per lui, quella che potrebbe farlo diventare fedele per tutta la vita!

Se con il primo libro mi sono divertita, con questo mi sono davvero scompisciata dalle risate, Noah è fantastico e Kaleigh non è da meno ma, sebbene spesso fossero scherzosi, non sono mancate nemmeno scene più serie e profonde che ho amato lo stesso.
Natasha Madison è riuscita a scrivere un libro così scorrevole che si riesce a leggere in pochissimo tempo ma, nel mentre, ti fa rimanere incollata alle pagine per ore e ore!

Non posso che consigliarlo, ovviamente dopo aver letto il primo, a tutti coloro che magari si trovano un po’ in blocco con la lettura o che semplicemente amano leggere libri semplici e scorrevoli.

Recensione di Gabriella

Con la recensione di Come Sedurre il Playboy di Natasha Madison, andiamo a riprendere la storia di Come sedurre il capo dove avevamo lasciato Noah e Kaleigh a una festa con lei che annuncia di essere incinta e, sotto lo stupore di tutti, Noah dichiara di volerla sposare, ma che prima… deve divorziare.

In questo libro si riprendono un po’ gli avvenimenti che già sono accaduti nel primo libro, dove Lauren lascia il marito fedifrago e inizia la sua nuova avventura come assistente di Austin, ma non tutto fila liscio e, infatti, il libro va avanti con scherzi e ripicche da parte dei due con in sottofondo Noah e Kaleigh che… beh, se la spassano alla grande.
Qui però si invertono le cose e se in sottofondo ci sono le liti e ripicche di Lauren e Austin, qui Noah e Kaleigh hanno finalmente il loro spazio e si intravede cosa è realmente accaduto tra i due finché non si arriva alla fatidica festa e si va avanti.

Noah l’ho trovato esilarante. Sicuramente un bel tipo, un bel playboy che grazie a lei finalmente si rende effettivamente conto che, se finora si era divertito a passare da una conquista a un’altra, stavolta ha trovato la donna giusta che gliene farà vedere di cotte e di crude.

La bionda si gira verso di me. «Salve, come va?» dice, cercando di imitare al meglio Joey di Friends. Il fatto che stia usando la miglior battuta che sia mai stata pronunciata mi fa sfa sorridere maliziosamente e mi fa pensare che io abbia trovato la mia compagna perfetta. Okay, forse la mia compagna da sesso perfetto, per una notte.

Kaleigh assolutamente divertentissima, una che sa esattamente cosa vuole ma anche spaventata per quello in cui sta tramutando il suo rapporto con Noah e dove la porterà.

«Siamo andati oltre l’essere amici, perché sto per farti cose davvero sporche, cose che gli amici non fanno.» Mi strattona al suo fianco, poi si abbassa e mi morde il labbro inferiore. «Cose molto, molto sporche.»

La trama, beh, in parte la conoscevamo già avendo letto il primo capitolo della serie, quindi se non ve la ricordate non fa nulla perché verrà ripresa, invece se non l’hai ancora letta, devi rimediare in quanto rischi dei grossi spoiler che sconsiglio perché assolutamente spassosi.

Noah si avvicina a Kaleigh e le prende il viso con entrambe le mani «Ti amo. Davvero, davvero tanto. Più di quanto io ami me stesso.» Le sorride e le asciuga le lacrime che le scorrono sul viso. «Sposami. Diventerai mia moglie?» «Sei sicuro?» gli chiede Kaleigh coprendogli le mani con le proprie. «Più sicuro di qualsiasi altra cosa nella mia vita.» La attrae a sé. «Sì,» accetta, proprio prima di spostare le mani attorno al suo collo e baciarlo. «Questo è meraviglioso,» squittisce mia madre. «Frank, abbiamo un matrimonio da organizzare.» «Fantastico!» Mio padre guarda Austin. «Apri il vino.» «Mi sposo!» urla Kaleigh. «Mmh,» mormora Noah, mentre ci giriamo tutti verso di lui. «Devo solo divorziare, prima.»

Libro divertente per passare il tempo in leggerezza.

8

Recensione di Ines

Prima di leggere la Recensione Come sedurre il playboy di Natasha Madison vi consiglio di leggere il primo della serie Come sedurre il capo dove i protagonisti sono Austin e Lauren e dove conosciamo già Noah e Kaleigh. La fine di quel libro mi aveva incuriosita molto e attendevo con ansia questo secondo volume: in primis perché s’intuiva già che Noah era uno spasso e naturalmente per sapere come sarebbe andata a finire.

Un’altra capra sta salendo sul tappetino di Stephanie e caga proprio lì accanto. Nel frattempo, Noah sta ancora cercando di togliersi la capra dal culo. Oscilla verso sinistra ma l’altra capra gli si avvicina proprio da quel lato. Poi si sposta, ma quelle non mollano e adesso entrambe gli stanno mangiando il culo, mentre lui si muove da un lato all’altro. Grazie a quel movimento, le capre gli stanno tirando giù i pantaloncini con i denti. “Questo è stupro da parte di capra,” dice ad alta voce…

Ho iniziato questo libro piena di aspettative, pensando di divertirmi come nel precedente se non anche di più ma, ahimè questo non è avvenuto. Ci sono delle scene divertenti che mi hanno fatto venire i crampi allo stomaco quello è vero, Noah è spassoso, non ha pensieri per la testa e soprattutto non vuole legami ma appena incontra Kaleigh diciamo che non sarà più un dongiovanni.

“Sì, e se la disfunzione erettile non fosse abbastanza, nel momento in cui il suo pene è eretto soffre di diarrea.”

Kaleigh se nel primo libro mi aveva incuriosito parecchio per il suo carattere e per la battuta sempre pronta in questo libro non mi ha fatta impazzire. Non so l’ho trovata strana, non mi sono immedesimata.

«Sei ansioso di andartene?» gli chiedo, cercando di non ridacchiare quando noto il cipiglio sul suo viso. «Queste capre sono davvero aggressive, cazzo, e dovrebbero essere lasciate fuori tra i boschi. Sono stato azzannato, mordicchiato, leccato, sono saltate su di me e giuro su Dio che quella capra aveva il naso su per il mio culo.»

Gli eventi narrati si svolgono nello stesso periodo del primo libro e alcune scene vengono riproposte ma dal punto di vista dei due nuovi protagonisti; forse è per questo che non mi ha coinvolta più di tanto o forse perchè lo paragonavo al primo. Un errore lo so, ma quando si legge un’autrice che si ama ci si aspetta sempre scritti di alto livello. Questo libro non è brutto capiamoci, è una lettura leggera e carina se non avete nessun tipo di pretesa. Per questo libro devo rimandare la Madison.

voto sette

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.