Recensione King di Jenny Anastan

Oggi vi parliamo della Recensione King di Jenny Anastan uscito un paio di anni fa. Uno sport romance sul calcio non poteva mancare nelle nostre letture.

Recensione King di Jenny Anastan

Titolo: King Link Amazon
Autore:
Jenny Anastan
Editore:
Self publishing
Data Uscita:
16 aprile 2018
Pagine:
259
Narrazione:
Prima persona, doppio pov
Finale:
conclusivo

Sinossi

Assist. Tiro. Goal. Palla al centro. La vita di Alexander King è tutta qui, perlomeno adesso. Il suo mondo è andato in frantumi da poco tempo e, nonostante il successo, vive ogni giorno con un unico obiettivo: essere un bravo papà e giocare al meglio delle proprie possibilità. Non può, non deve lasciare spazio a nessun altro sentimento. Eppure, il destino non sempre tiene conto dei buoni propositi. Thea, la nuova e bizzarra tata di Sophie, scatena in King uno sconvolgimento destabilizzante, tanto da incrinare del tutto le sue certezze. Ma è possibile ricominciare a sperare? Alexander è pronto a fidarsi di nuovo? E se il passato tornasse, presentando conti troppo alti? Novanta minuti di gioco a volte sono sufficienti per portare a casa una partita, ma spesso si rischia tutto ai rigori. E quelli fanno male, un male terribile se non si è preparati.

Recensione di Ines

Alexander King è un calciatore inglese che, per il bene della figlia Sophie, decide di mettere la sua carriera in secondo piano. Nonostante sia all’apice decide di trasferirsi in America e di giocare per i Devils di NY (il Milan americano per intenderci, Brava Jenny) rinunciando a tutto per il benessere familiare.

«Hai detto a Max, molto chiaramente peraltro, che non sono proprio il tuo tipo» osservai, mettendo una mano sul fianco e alzando bene il mento. «Lo confermo» ribatté deciso, percorrendo con lo sguardo tutto il mio corpo. «Il problema è che io sono il tuo tipo».

Thea è una giovane donna dissocupata, che non sa ancora cosa fare della propria vita. Tramite “un’amico” in comune viene assunta da King per fare da Tata alla piccola Sophie. Già dal loro primo incontro avremo scintille e battibecchi.

«Ah, King» mi richiamò, facendomi girare verso di lei. «Non usare più quella stronzata della voce da strappamutande, con me non funziona».

I due si ritroveranno a convivere sotto lo stesso tetto e nonostante il loro inizio burrascoso (dove King è stato veramente maleducato e irritante) e il loro bagaglio personale (passati amorosi finiti male), riescono a creare una routine e, man mano che i giorni passano, l’attrazione cresce e decidono di vedere dove li porterà.

Continuai a godermi uno dei migliori primi piatti mangiati da quando mi ero trasferito a New York, mentre mia figlia e Thea ridacchiavano e parlavano della giornata appena trascorsa. Trovai la cosa piuttosto piacevole.Ogni tanto lanciavo delle occhiate veloci in direzione di Thea, per vedere cosa facesse, ed era sorprendente quanto fosse a proprio agio con mia figlia, a come tutti noi sembrassimo perfettamente allineati.Quindi era tutto magnifico, tranne che desideravo scoparmi la tata di mia figlia come non mi era mai successo.

Come tutte le favole, arriva sempre un ostacolo a sbarrare la strada verso la felicità: i problemi che capitano ai due protagonisti sono belli grossi e ingombranti. Riusciranno a superare i problemi intercorsi tra loro e a fidarsi ancora l’un l’altro? Non vi resta che leggerlo per scoprirlo.

King mi guardò per la prima volta da quando avevamo raggiunto Carolina, e nei suoi occhi non lessi niente. Nulla. Non c’era neanche un po’ della sua solita irriverenza, nessuno sguardo divertente. Niente di niente, e questo mi fece male esattamente come le parole che utilizzò un secondo dopo.
«Buona serata». La sua voce era distaccata, e mi colpì come uno schiaffo.

La scrittura della Anastan come sempre riesce a trascinarmi dentro le pagine e a farmi provare le emozioni provate dai protagonisti.
I libri dove compaiono bambini hanno sempre quel qualcosa in più, li leggo sempre con piacere e non ne rimango mai delusa.
Ho trovato questo libro un pelino inferiore ai suoi già letti, forse il motivo è che King non mi ha convinta del tutto. Diciamo che è stato rimandato mentre Thea l’ho amata dall’inizio alla fine, come la piccola Sophie.

voto sette

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.