Recensione Un diavolo arrogante di R. S. Grey

Con la Recensione di Un diavolo arrogante di R. S. Grey oggi vi porteremo nell’afoso Texas in un ranch. Siete pronte a conoscere i protagonisti di questo libro?

Recensione Un diavolo arrogante di R. S. Grey

Titolo: Un diavolo arrogante Link Amazon
Titolo originale: Arrogant devil
Autore: R.S Grey
Editore: Always publishing
Data Uscita: 2 luglio 2020
Pagine: 309
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: Conclusivo

Sinossi

A ventotto anni Meredith Avery, stella del jet set di Beverly Hills è sposata a un celebre produttore cinematografico, vive una vita da sogno, fatta di glamour e feste. Ma la realtà quotidiana del matrimonio di Meredith è molto lontana da una favola e così lei, da donna caparbia e determinata qual è, una notte decide che ne ha abbastanza del marito insensibile e offensivo e scappa via con solo gli abiti che ha addosso.
La sua destinazione? Cedar Creek, Texas, dove ad accoglierla ci sarà sua sorella maggiore. Nella sua impulsività, però Meredith non ha fatto bene i conti e ben presto scopre che Helen è in viaggio e la sua casa inagibile.

Jack McNight è la sua ultima speranza: il capo di sua sorella può offrirle un lavoro temporaneo al Ranch Blue Stone, e un tetto sulla testa. Peccato che si tratti di un cowboy burbero che si è già fatto una pessima opinione di lei ancor prima di conoscerla. Jack pensa che Meredith sia una principessa viziata di città in cerca di attenzione, giunta in Texas per fare un dispetto al marito e portare problemi nel suo ranch. Ebbene, ha sottovalutato la forza della disperazione di Meredith, che non si lascia scoraggiare dal dover pulire bagni per tutto il giorno, dormire in una catapecchia, o dar da mangiare a un golden retriever troppo espansivo.

Il problema di Meredith, in effetti, potrebbe essere un altro… Si sa, i diavoli sono maestri di tentazione, e per quanto lei vada d’accordo con Jack quanto l’olio con l’acqua, non può negare il suo fascino diabolico, la voglia di zittire le sue proteste con un bacio per farlo arrabbiare ancora di più. Con il passare delle settimane, quella che era cominciata come una battaglia si trasforma in una alleanza.

Recensione di Ines

Meredith, stanca di ricevere soprusi e violenze, vestita solo con una camicia e un paio di jeans e senza prendere nient’altro, decide di abbandonare il marito e di scappare dalla farsa che è il suo matrimonio. La sua nuova vita sarà in Texas, più precisamente a Cedar Creek dove abita la sorellastra. Durante il viaggio, scopre che Helen è in viaggio in Francia e che la sua abitazione è inagibile perché la stanno ristrutturando.

Tutto questo è quasi esilarante: sono scappatadall’inferno per correre dritto tra le braccia del diavolo.

Grazie ad Helen, riesce a trovare un lavoro presso il ranch Blues Stone come domestica della casa di Jack, il datore di lavoro di Helen. Quando arriva nel luogo prestabilito,è felice e grata di avere un nuovo inizio ma ancora non sa con chi avrà a che fare.

“La verità è che la vita mi ha presentato Jack meno di ventiquattro ore dopo che avevo lasciato Andrew. È folle, lo so, e certamente in quel momento non l’ho visto come un potenziale interesse sentimentale. In effetti, se avessi dovuto scegliere tra potenziale innamorato e potenziale assassino, avrei scommesso sul secondo.”

Jack è duro e arrogante, non ha la minima pazienza ed è oberato di lavoro che non riesce a smaltire.
Dopo la telefonata ricevuta da Helen, pensa di aver inquadrato subito Meredith e la assume pensando che non sarebbe durata nemmeno un giorno. Non ha fatto però i conti con il carattere volitivo di lei e con sua nonna che sta palesemente dalla parte di Meredith.

«Certo! Quando ti ho chiesto se volevi che io e Edith fossimo le tue persone, questo faceva parte del patto. Potresti uscire dalla mia vita anche domani. Smettere di lavorare per me. Frequentare Tucker. Tornare da tuo marito. Eppure, quando avrai bisogno di me, io sarò sempre la tua persona. È così che funziona.»

Questo libro parla di seconde possibilità, dell’apparenza che, alle volte, inganna e che non bisogna mai ascoltare le voci ma giudicare le persone di testa propria.
Ho trovato la scrittura della Grey molto scorrevole, ironica e pungente ma con un pizzico di dolcezza e tenerezza; insomma il giusto mix. Ho amato gli scontri verbali tra i due protagonisti che ti tengono incollata alle pagine con il sorriso sulle labbra.

«Ti amo». Accidenti . Lo dice con tanta semplicità, senza nemmeno battere ciglio. Sono io quella che si commuove, a cui si annebbiano gli occhi per l’emozione. «Oh, okay. Z-z-z.» Sorride e si sporge a baciarmi. «Lo vedi? Coniglietto .» «Non sono un coniglio!» Gli do uno schiaffo scherzoso sul petto. «Guarda cosa ho fatto negli ultimi mesi! Mi sono presentata in questo ranch tutta da sola e ho chiesto un lavoro al diavolo più arrogante che abbia mai conosciuto. Ci vuole coraggio.»… «Non sei obbligata a dirlo. Va bene lo stesso. Aspetterò finché sarai pronta.» «Stai scherzando?» Alzo la testa e lo trafiggo con lo sguardo. «Io ti amo! Avevo intenzione di dirtelo per prima! Tu mi sei solo passato avanti.»

La protagonista assoluta del libro è Meredith, che con il suo coraggio lascia una vita agiata con niente in tasca, guidando verso un futuro incerto ma che sarà libera dalla prigione dove viveva. Risulta essere una donna tenace che riesce a tenere testa all’affascinante e arrogante Jack il diavolo.

voto otto

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.