Recensione di Grip di Kennedy Ryan

Grip di Kennedy Ryan

Oggi con la Recensione di Grip di Kennedy Ryan, continuiamo a parlare della serie Grip. Con Flow, l’autrice ci ha lasciato intravedere come sarebbe stata la storia tra Grip e Bristol, mentre ora potremmo leggere finalmente il continuo!

Recensione di Grip di Kennedy Ryan

Titolo: Grip Link Amazon
Titolo originale: Grip
Serie: Grip # 1
Autore: Kennedy Ryan
Editore: Hope Edizioni
Data Uscita: 14 febbraio 2019
Pagine: 601
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: cliffhanger  

Serie Grip:
0.5 Flow Recensione
01. Grip 
02. Still Recensione

Sinossi

Opporsi a una forza irrefrenabile ti sfinisce e ti svuota. Lo so. L’ho fatto per anni. Posso anche non essere dotata a livello musicale, ma ho un certo fiuto per il talento e ho occhio per lo straordinario. E Marlon James, Grip per i suoi fan, è a dir poco straordinario. Anni fa, abbiamo trascorso qualche magica serata insieme, ma tengo quei ricordi in un cassetto chiuso, di cui ho gettato via la chiave. Tutto ciò che ci resta sono l’amicizia e il lavoro. Lui è all’apice di un successo inimmaginabile, tutti i suoi sogni sono pronti a diventare realtà. Io gestisco la sua carriera, ma non riesco a gestire il mio cuore. è sfrenato, avventato e disobbediente.   E mi ricorda tutte le cose che voglio dimenticare.

Recensione di Ines

Bristol e Grip si sono conosciuti otto anni fa e tra loro è scattata subito la scintilla. La settimana trascorsa insieme li ha legati in maniera indissolubile, (leggi il prequel, Flow e vedrai), poi è caduto tutto a pezzi. Da allora tutto è stato più complicato, la loro intera relazione è cambiata. Grip ora è il cliente di punta della casa discografica di Bristol e del fratello, lei è anche il suo manager. Anche se sembra impossibile per loro stare insieme, faranno sempre parte gli uni nella vita degli altri perché entrambi amano una persona in comune: il fratello di Bristol che è il migliore amico di Grip.
Bristol e Grip s’innamorarono l’uno dell’altra nel momento in cui si incontrarono, ma Bristol è seriamente terrorizzata a stare con lui in quel modo, ad amare così tanto una persona.

Bristol fa di tutto  per allontanare Grip, ma per fortuna lui non si abbatte e  non lo permetterà. La loro relazione non sarà facile, ma il loro amore non può mai essere messo in dubbio, anche attraverso tutte le avversità che dovranno affrontare. Si amano così profondamente, che saranno disposti a combattere perfino con le proprie famiglie per stare insieme. 
Questa storia è molto più di una storia d’amore. E’ una storia d’amicizia, d’amore verso la propria famiglia, anche se disfunzionale, e tocca temi profondi e complessi.

Ho adorato il fatto che la storia di Bristol e Grip non è una  storia d’amore  convenzionale. Ha reso il libro molto più intrigante.
Grip è un poeta in un corpo da diavolo,  è un uomo molto attraente e sa di esserlo. Bristol è una donna estremamente testarda e forte ma molto vulnerabile anche se cerca di non far vedere questo aspetto di sé. Li ho amati entrambi!

Grip è uno di quei libri che mi ha tenuta incollata alle pagine dall’inizio alla fine e anche quando ho finito di leggerlo non mi ha lasciata andare. La scrittura di Kennedy Ryan è davvero geniale. 
Ho trovato questo libro uno dei migliori letti quest’anno, è veramente memorabile, poetico, stimolante, romantico e sorprendente. Non vedo l’ora di leggere Still per vedere come la loro storia d’amore ci conduce.
Stra consigliato!

10

Recensione di Giulia

Con Flow ho iniziato a conoscere Grip e Bristol, il loro carattere e i loro sogni, e come il loro legame è iniziato a crescere ma questa era solo la punta di un enorme iceberg, come ho visto leggendo questo primo libro.
Bristol sta cercando in tutti i modi di non cedere al fascino di Grip anche se sono passati ormai 8 anni dal loro primo incontro e lei è ancora innamorata di lui.

Adesso però, le cose si complicano, soprattutto perché ora lei è la sua manager e devono stare spesso insieme per lavoro… inoltre Grip continua senza sosta a farle la corte, non arrendendosi mai.
A questo punto, Bristol gioca tutte le carte che ha cercando addirittura di spingerlo a stare con un’altra donna (di colore) perché crede che sia più giusta per lui. Ma non solo perché lei è bianca e lui nero.

“Se qualcuno sentisse tanti spari quanti ne sentiamo noi, se ci dovesse convivere con questa cosa, saprebbe che il rumore che fa una pistola quando spara è un lamento. Il lamento di una madre, di un padre, di una figlia o di un figlio che perdono una persona amata.”

I loro mondi non possono essere più all’opposto di così, anche la loro infanzia è stata totalmente differente ma niente riesce a ostacolare un amore quando è così grande e forte. Ma anche se alla fine Bristol cede, c’è sempre qualcosa che andrà contro la loro relazione.

“Premo la sua mano sul mio petto, sopra il cuore. -Questo è tuo. Di nessun’altra.-“

Non ho mai letto una storia così piena d’amore come questa. La Ryan mette su carta tutto il dolore e le difficoltà che gli uomini di colore hanno vivendo con la razza bianca, sopratutto quella di un ragazzo di colore che vive in America.
I pregiudizi e le discriminazioni la fanno da padrona e ho amato la scrittrice per come sia riuscita a spiegare al meglio la situazione, non dando sempre la colpa a una o l’altra “fazione”.
Uno di quei libri che bisognerebbe leggere tutti, a prescindere dalla predilezione per un genere o un altro, davvero indimenticabile.

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.