Recensione Il mago di 0z di Lyman Frank Baum

Recensione Il mago di Oz di Lyman Frank Baum

Con la Recensione Il mago di 0z di Lyman Frank Baum andiamo avanti con le letture per ragazzi che in questo periodo ci stanno appassionando molto. Dove vorreste essere trasportati se un ciclone si abbattesse su di voi?

Recensione Il mago di 0z di Lyman Frank Baum

Titolo: Il mago di Oz Link Amazon
Titolo originale: The wonderful wizard of Oz
Autore: Lyman Frank Baum
Editore: Giunti Editore
Data Uscita: 7 settembre 2011
Pagine: 192
Narrazione: Terza persona
Finale: conclusivo

Sinossi

Dorothy vive in Kansas con gli zii e un cane. Quando un giorno, un ciclone solleva la sua casa, la bambina e il cane, ancora all’interno, vengono trasportati in volo fino alla Terra Blu dei Munchkin. È l’inizio di una magica avventura in compagnia di uno spaventapasseri, un leone e un omino di latta. I Classici tascabili: una nuova collana che propone ai ragazzi i romanzi più amati e famosi di tutti i tempi insieme a perle da riscoprire. La grafica di copertina, affidata alle mani di Edwin Rhemrev, giovane illustratore olandese, avvicina le giovanissime generazioni a libri intramontabili, troppo spesso ritenuti lontani dall’immaginario contemporaneo. 

Recensione di Ines

Con la Recensione Il mago di 0z di Lyman Frank Baum ho recuperato un altro libro per ragazzi che non ho mai letto in giovane età perché la lettura non era ancora entrata nella mia vita. Ho fatto una lista di propositi e uno di questi è leggere tutti i libri che rimando da parecchio tempo. In questo periodo storico per noi così particolare, i libri che mi conciliano le giornate sono soprattutto quelli scritti per ragazzi.

La protagonista indiscussa di questo libro è Dorothy, una ragazzina che vive con gli zii e il suo cagnolino in una fattoria nel Kansas. La loro è una vita normale, fatta anche di stenti e quando è in arrivo un ciclone cercano di mettersi tutti al riparo ma ahimè Dorothy insieme a Toto viene sradicata con tutta la casa e, quando il ciclone cessa, si ritrova nella terra dei Munchkin.

 A noi gente in carne e ossa non importa se la nostra casa è grigia e squallida, la preferiamo a qualsiasi altro posto, per bello che sia. Non c’è niente di meglio che la propria casa.

Da qui inizia il suo viaggio verso la città di smeraldo per incontrare il Mago di Oz il solo in grado di farla tornare a casa. Questo viaggio sarà un po’ tortuoso e la metterà alla prova; si troverà al cospetto di streghe, scimmie volanti, maghi, fiori mortali etc.. ma non sarà sola. Al suo fianco avrà il suo amato cagnolino Toto, uno spaventapasseri senza cervello, un leone senza coraggio e l’uomo di latta privo di cuore.

– Io voglio un cuore – ribadì il Taglialegna di Latta, – perché il cervello non basta a farti felice, e la felicità è la cosa più bella che esista al mondo.

Il Mago di Oz sarà all’altezza delle aspettative e riuscirà ad avverare tutti i desideri che gli verranno chiesti? Non vi resta che leggerlo per scoprirlo anche se secondo me già conoscete la risposta.

– Allora, non puoi darmi un cervello? – chiese lo Spaventapasseri.
– Non ne hai bisogno. Stai imparando qualcosa ogni giorno. Un bambino ha il cervello, eppure non sa molto. Solo l’esperienza porta alla conoscenza, e quanto più a lungo vivrai, tanto maggiore sarà l’esperienza che accumulerai.

Il Mago di Oz può sembrare solo un libro per ragazzi ma vi sbagliate di grosso, la lettura la consiglio a tutti perché durante questo bellissimo viaggio ogni personaggio viene messo di fronte alle sue paure e deve cercare di superarle.
Con la sua scrittura lineare e semplice lo scrittore ci fa capire che non bisogna arrendersi mai, che se si crede in noi stessi e negli altri i momenti di difficoltà si superano.

– E che mi dici del mio coraggio? – intervenne il Leone.
– Sono certo che ne hai da vendere, – replicò Oz.  – Ti serve solo un po’ di fiducia in te stesso. Non esiste creatura vivente che non abbia paura di fronte al pericolo; il vero coraggio sta proprio nell’affrontarlo pur essendone spaventato, e di questo genere di coraggio ne hai in abbondanza.

Consiglio la lettura sia ai più piccini ma anche a chi, come me, ha qualche anno alle spalle, è stata veramente una ventata d’aria fresca.

voto otto

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.