Recensione Stay with me di Aubrey B

Con la recensione di Stay with me di Aubrey B., andiamo a conoscere una nuova scrittrice emergente che esordisce con una dilogia molto particolare. Andiamo a conoscere i protagonisti!

Recensione Stay with me di Aubrey B

Titolo: Stay with me Link Amazon
Serie: Stay # 1
Autore: Aubrey B.
Editore: Self publishing
Data Uscita: 16 novembre 2019
Pagine: 446
Narrazione: Prima persona, pov della protagonista
Finale: cliffhanger

Serie Stay:
01. Stay with me
02. Stay for me

Sinossi

Kylie Riggs ha 26 anni, e un passato da dimenticare. Trasferitasi a Miami, ha trovato lavoro in un hotel prestigioso e due buoni amici. Di certo, però, non si aspettava di trovare Chase Rider, la sua cotta adolescenziale.
Sguardo impenetrabile e fisico da urlo, l’amministratore delegato di una delle più importanti aziende farmaceutiche americane è il sogno di ogni donna. Ma nessuna può averlo, perché Chase porta delle cicatrici profonde dentro di sé, e non vuole mostrarle a nessuno.
Quando Kylie comincia a lavorare per lui, però, l’attrazione tra i due li porterà ad avvicinarsi sempre di più, e tra battute piccanti e baci infuocati, le loro barriere cominceranno a cedere.
Ma Chase nasconde ancora dei segreti, e per Kylie sarà difficile restare.

Recensione di Giulia

Inizio con il ringraziare Aubrey B., per averci mandato i suoi libri in cambio di una recensione onesta.
Devo dire che ero un po’ titubante a riguardo dato che, di solito, quando una scrittrice è alle prime armi la storia non è quasi mai perfetta. La storia può avere die buchi di trama, la scrittura è acerba e alla fine ti ritrovi con l’amaro in bocca. Beh, questa volta mi sono dovuta ricredere!
Kylie è una ragazza cresciuta in una famiglia abbiente ma che è sempre stata tenuta distante dai suoi genitori e che ha sempre dovuto fare quello che dicevano loro. A diciotto anni decide che non ne può più e diventa indipendente, cercando di inseguire il suo sogno e allontanandosi così dalla sua famiglia per ritrovarla nei suoi due migliori amici: Jason e Madison.

Chase Raider, invece, è un uomo che preferisce stare per conto suo e buttarsi a capofitto nel suo lavoro e nelle sue molteplici attività. Vive da solo ma ha un forte legame con la sorella e i suoi genitori. Insomma, sono due persone del tutto opposte!

I due faranno scintille già dal primo giorno in cui si vedranno, ossia quando Chase la convoca per un colloquio di lavoro come donna delle pulizie per casa sua. All’inizio, infatti, la carica sessuale è molto alta e più leggi, più non vedi l’ora che uno dei due faccia una mossa per poter finalmente dare sfogo a quest’attrazione.

“Piantando le mani tra le cosce per sorreggermi, mi inclino verso di lui, tenendo sempre lo sguardo fisso nel suo.
-Ah, davvero? Mi sta dicendo che fa urlare tutte le ragazze con cui passa del tempo?-
Chase spalanca lievemente gli occhi alle mie parole. Ah-ah! Un punto per me.
-Mmh, devo dire che in effetti per il momento sei quella che ho fatto urlare più forte,- ribatte con voce suadente, facendo scorrere la mano destra dietro la piega del mio ginocchio. Okay, uno pari.”

La storia tra Chase e Kylie non è per nulla uguale a ogni altro romance che, di solito, si legge. Non c’è un percorso liscio dove i due si incontrano, si mettono insieme, litigano, fanno pace e vissero per sempre felici e contenti. La loro relazione è tutta un su e giù di emozioni diverse e talvolta contrastanti dovute soprattutto all’oscuro passato di Chase, che è proprio il tema principale su cui verte il libro.

“Un suono proveniente dal suo telefono ci riporta alla realtà. Chase ringhia in protesta, ma alla fine interrompe il bacio, appoggiando la fronte contro la mia.
-Potrei stare qui a baciarti tutta la notte, ma purtroppo devo andare,- mormora col fiato corto a un soffio dalle mie labbra. -La cosa però non finisce qui, te l’assicuro.-
Mi dà un altro bacio, più breve stavolta, poi si allontana succhiandomi il labbro inferiore, si infila la giacca ed esce dalla stanza.
Mi ha baciata.
Alla fine, Chase Raider mi ha baciata.”

Come detto prima, sebbene sia un libro scritto da un’autrice emergente, ho trovato una scrittura molto scorrevole anche se la storia non è affatto breve. Vengono intervallate scene divertenti con altre più “serie” ma mai noiose.
All’inizio Chase l’ho trovato un po’ “troppo” come personaggio. Troppo ossessivo, troppo geloso, troppo pesante per una persona che ha appena conosciuto una ragazza, tanto che mi ha fatto un po’ storcere il naso. Con il passare delle pagine, però, viene ridimensionato e quella gelosia diventa persino tenera.
Per quanto riguarda Kylie, invece, ci sono state un paio di scene dove ha un comportamento in qualche modo infantile su alcune situazioni ma, anche qui, viene bilanciato con altre dove l’ho trovata più matura.

Vista la fine di questo libro, si può dire che nel secondo, si andrà sicuramente a conoscere finalmente il passato di Chase (anche se forse si può già presumere dai suoi comportamenti) e, a questo punto, il rischio che potrebbe finire tutto a tarallucci e vino è alto.
Ci si ritrova in una situazione dove la fine potrebbe essere stupenda, e quindi concludere una dilogia che merita di essere letta da tutti, oppure scontata e banale.

Se siete curiosi di saperlo, vi invito a leggere Stay with me e aspettare il 16 dicembre l’uscita del finale!

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla HomeTorna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.