Recensione Sergei di Roxie Rivera

Con la Recensione di Sergei di Roxie Rivera, continuiamo questa serie che ci sta appassionando molto. Il quinto libro ha come protagonista appunto Sergei, andiamo a conoscerlo!

Recensione Sergei di Roxie Rivera

Titolo: Sergei Link Amazon
Titolo originale: Sergei
Serie: Her russian protector # 5
Autore: Roxie Rivera
Editore: Follie letterarie
Data Uscita: 16 ottobre 2020
Pagine: 325
Narrazione: Prima persona lei – terza persona lui, doppio pov
Finale: conclusivo

Serie Her russian protector:
01. Ivan Recensione
02. Dimitri Recensione
03. Yuri Recensione
3.5 Un natale molto speciale Recensione
04. Nikolai Recensione
05. Sergei
5.5 La promessa di Sergei Recensione
06. Una regina per Nikolai Recensione
07. Kostya (Coming soon)
08. Alexei (Coming soon)
09. Ivan 2 (Coming soon)
10. Danila (Coming soon)
11. Vasya (Coming soon)

Sinossi

Dopo aver perso il fratello maggiore durante una rapina a mano armata, la designer di abiti da sposa Bianca Bradshaw non ne vuole sapere di uomini che bazzicano la malavita, per questo se ne tiene bene alla larga, fino al giorno in cui conosce Sergei Sakharov.
Sergei non è solo la guardia del corpo del Boss Nikolai Kalasnikov, visto che gli è stato assegnato il delicato compito di proteggere ciò che il capo ama di più al mondo: sua moglie.

Il suo fisico imponente ne fa il sicario più temuto e chiunque infranga la regole, si ritroverà Sergei alla porta; e non sarà affatto una visita di cortesia, considerato che di notte l’uomo combatte a mani nude in gabbia, nei circuiti clandestini.
L’attrazione che Bianca nutre per Sergei è l’ultima complicazione di cui lei ha bisogno, ma la donna ora necessita dell’aiuto di quel gigante russo terribilmente sexy.

Quando Sergei scopre che Bianca è oggetto delle mire di uno sconosciuto che le gira attorno casa, è disposto a proteggerla senza esitazioni. Da mesi sta tentando di fare breccia nel cuore di quella donna sempre pronta a respingerlo a ogni occasione, con l’intenzione di dimostrarle che lui è molto più di un uomo dalle pericolose frequentazioni criminali.
Da tempo, infatti, Sergei accarezza l’idea di liberarsi dal giogo della mafia, ma il legame che lo avvinghia non è così facile da sciogliere e lo costringerà a dover fare una scelta difficile: quella fra la donna che ama, e la fedeltà che deve all’uomo che gli ha salvato la vita.

L’oscurità degli inferi malavitosi di Houston è sul punto di agguantare anche Bianca, e alla fine la scelta più dolorosa sarà anche l’unica in grado di metterla in salvo.

Recensione di Giulia
Recensione di Ines

Recensione di Giulia

Con Sergei, si può dire che si inizia un nuovo “ciclo” di questa serie. Abbiamo ormai conosciuto già le storie dei quattro protagonisti principali dei libri precedenti e ora andremo a conoscere le storie degli uomini che lavorano per Nikolai e di cui abbiamo avuto un piccolo anticipo nella novella natalizia.
Il primo è appunto Sergei, che abbiamo avuto già modo di conoscere in quanto è la guardia personale della moglie di Nikolai, nonché migliore amica di Bianca.

“Ci sono principi azzurri che sconfiggono i draghi dentro una gabbia, a mani nude.”

Sergei, come anche gli altri personaggi, è dovuto scappare dalla sua Russia lasciando soli sua madre e suo fratello. Arrivato in America, conosce subito Nikolai che lo aiuterà per riuscire a vivere in quel nuovo Paese.
Sergei ora è un lottatore che guadagna i suoi soldi combattendo proprio per Nikolai e che si allena con Yuri.

Anche Bianca ha un passato difficile, suo fratello è morto a causa di una rapina andata a finire male, mentre sua mamma ha diversi problemi di salute. La sua carriera lavorativa, però, va alla grande, il suo atelier di abiti da sposa è in crescita e i suoi vestiti sono molto apprezzati.
Essendo amica di Vivian, i due spesso si ritrovano insieme. Sergei le fa una corte spietata per mesi ma Bianca non cede. Non vuole assolutamente avere niente a che fare con gli uomini che fanno parte di quel mondo.

“-Perché combatti Sergei?-
-Per la mia famiglia.-“

Ovviamente Bianca, presto, si arrenderà a Sergei e la loro relazione diventerà alquanto hot. Il tutto, però, è contornato sia dal passato di lei che dal presente di lui, dovranno affrontare alcune minacce e decidere come proseguire questa loro storia che diventerà ogni giorno più seria.
Il libro, oltre a parlare della storia d’amore dei due protagonisti, affronta anche delle tematiche importanti come il razzismo e il body shaming. Bianca, infatti, è una donna di colore un po’ in carne che per tutta la vita ha dovuto subire quesdite angherie, che verrano fuori anche qui.

“-Qualcuno ha mai davvero meritato di essere colpito, Sergei?-
-Cazzo, sì! Se ti insultano, meritano molto di più.
Sconvolta dalla strenua difesa nei miei confronti, gli chiesi semplicemente: -Perché?-
-Perché?- mi fece eco. -Bianca, sei mia. Mi appartieni. E io proteggo ciò che è mio.- Deglutì con fare nervoso. -Ti amo, Bianca. Ti amerò fino alla morte, e anche allora, probabilmente continuerò ad amarti fino alla fine dei tempi.-“

La scrittura di Roxie Rivera rimane sempre scorrevole e la storia con dei colpi di scena che, sebbene siano prevedibili, comunque danno quel tocco in più.
Rispetto agli altri libri, questo mi è piaciuto un po’ meno, sarà che lei ha subito ceduto al suo fascino oppure che comunque la storia lascia ancora molte domande in sospeso. Non per questo non l’ho trovato comunque un buon libro.
Consiglio tutta la serie e ora non vedo l’ora di scoprire gli altri personaggi!

ps- La casa editrice ha deciso di pubblicare in modo gratuito le novelle riguardanti questa serie. Le potete leggere andando sul loro sito.
Io vi consiglio di leggerle, sono molto carine!

Recensione di Ines

Con la Recensione di Sergei di Roxie Rivera, mi sono finalmente messa in pari con le uscite di questa scrittrice qui in Italia.
Dopo il libro di Nikolai, avevo paura di non sentirmi più coinvolta con questa serie e invece devo ricredermi. Sergei l’abbiamo conosciuto da pochi libri e non mi aveva fatto provare tanta attrazione quindi ero un po’ prevenuta.

Ormai priva di equilibrio, mi agitai selvaggiamente alla ricerca di qualsiasi cosa a cui aggrapparmi. Afferrai il soffione della doccia e guadagnai un istante di stabilità prima che quella dannata cosa mi rimanesse in mano. Un’esplosione di acqua tiepida mi schizzò in faccia. Feci un passo indietro per sfuggire al getto e iniziai a ruzzolare fuori dalla vasca. In preda al panico, con un grido afferrai la tenda e tutto ciò a essa legata in un ultimo disperato tentativo di appigliarmi a qualcosa, ma non fu abbastanza per salvarmi. Gli anelli di plastica si staccarono e io ormai ero in caduta libera.

— Oof!— Colpii duramente il pavimento. Per fortuna il lussuoso tappetino da bagno attutì la mia caduta, ma io sussultai comunque per il dolore al sedere e alla schiena.— Ahi! Oltre il ronzio dell’acqua che si riversava nella doccia, mi sembrò di cogliere anche un suono, come il rombo di un tuono. Il che mi lasciò confusa perché i cieli erano limpidi e non era proprio prevista la pioggia quella sera. E poi mi giunse alle orecchie un altro schianto. Cosa diavolo stava succedendo?

In questo libro invece si conosce un Sergei diverso, sempre protettivo ma qui lo fa non per lavoro come guardia del corpo, ma perché sa fin da subito che Bianca ai suoi occhi e per il suo cuore è diversa. Lui non avrebbe mai fatto parte della malavita se non fosse stato costretto dal passato del fratello e infatti traspare molto tra le pagine il suo essere, alla fin fine, un bravo ragazzo.

— Dopo averti visto quella prima volta a dicembre, sapevo che nessun’altra avrebbe potuto competere con te. Mi sembrava inutile perdere tempo quando l’unica che volevo eri tu.

― Lo so.― Nikolai osservò con tristezza.― Io ci ho provato con Vee per anni ma…― Si passò una mano all’altezza del cuore e scosse la testa.― Se non puoi lasciarla andare, allora la devi tenere stretta a te.

Bianca è una ragazza di colore con delle curve sexy, ha un negozio di abiti da sposa di proprietà ma il suo sogno è di diventare una stilista cosa che deve accantonare per riuscire a gestire il negozio e prendersi cura della madre malata. Lei si sente sempre in difetto, non si vede come la vede Sergei infatti pensa di non essere alla sua altezza. Cerca di tenerlo a distanza perché anche lei ha un passato fatto di morte e non vuole che la vita pericolosa di Sergei entri in contatto con lei.

Se la vita mi ha insegnato qualcosa, è che devo vivere ogni giorno al massimo.― Mi sfiorò la guancia.― Nessun rimpianto, bambina.

― Significhi tutto per lui, Bianca. Vuole proteggerti e garantire la tua sicurezza. Non può stare con te durante il giorno perché si prende cura della cosa più preziosa al mondo che ho, quindi ha scelto uomini di cui si fida per svolgere il compito.

Volente o nolente, i due frequentano gli stessi ambienti visto che Bianca è una delle migliori amiche di Vivian, lei all’inizio prova a resistere e tiene testa al mastodontico Sergei con tutte le armi a sua disposizione, soprattutto con la sua lingua tagliente. Ma si sa, è fatta anche lei di carne e dopo i numerosi attacchi fatti da lui cede e danno il via alla loro storia. Quando sembra tutto andare per il meglio, ecco che il passato torna a bussare alla sua porta.

― Nikolai chiama Vivian il suo sole. Non avevo mai capito veramente perché avesse scelto quel soprannome, fino a questo momento. Suona melodrammatico, lo so, ma lei porta davvero la luce nella sua vita buia.― Sollevò la mia mano per poi chinarsi in avanti e baciarla.― Tu sei la mia luce, Bianca.

Come nei libri precedenti, la scrittura di Roxie Rivera mi piace molto, in ogni storia affronta temi difficili ma lo fa con molta franchezza e naturalezza senza mai risultare pesante. I personaggi sono ben descritti ma in questo libro ho trovato meno azione collettiva, infatti gli altri personaggi si vedono di meno tranne Vivian e Nikolai che come al solito, quando entra in scena, la ruba a tutti gli altri.
Delle cose sono rimaste in sospeso della loro storia e infatti attendo che esca la seconda parte di Sergei per scoprire come il cerchio si chiuderà.

― Perché?― mi fece eco.― Bianca, sei mia. Mi appartieni. E io proteggo ciò che è mio.― Deglutì con fare nervoso.― Ti amo, Bianca. Ti amerò fino alla morte, e anche allora, probabilmente continuerò ad amarti fino alla fine dei tempi.

Consiglio assolutamente questo libro come tutti i precedenti e dovete leggerli in ordine perché, anche se sono conclusivi, vi rovinereste le storie precedenti se non seguiste la cronologia giusta.

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.