Recensione Il potere della luce di Elisabetta Gnone

Chiudiamo con la Recensione de Il potere della luce di Elisabetta Gnone, terzo libro della serie di Fairy Oak che va a chiudere la prima trilogia. Qui tutti i nodi verranno al pettine, non vi resta che scoprire cosa l’autrice si è inventata.

Recensione Il potere della luce di Elisabetta Gnone

Titolo: Il potere della luce Link Amazon
Serie: Fairy oak # 3
Autore: Elisabetta Gnone
Editore: Salani Editore
Data Uscita: 27 ottobre 2016
Pagine: 400
Narrazione: Prima persona
Finale: conclusivo

Serie Fairy oak:
01. Il segreto delle gemelle Recensione
02. L’incanto del buio Recensione
03. Il potere della luce

Sinossi

La guerra travolge la valle di Verdepiano. Gli abitanti di Fairy Oak organizzano la difesa, ma il dubbio avvelena i loro animi: il Nemico è riuscito a insinuarsi tra le gemelle? L’Antica Alleanza tra Luce e Buio è spezzata? Nonostante l’affetto di Vaniglia, Pervinca è costretta a fuggire ed è allora che il Nemico sferra l’ultimo attacco. Le mura di Fairy Oak sembrano resistere, ma il Signore del Buio ha in serbo una sorpresa che sconvolgerà gli assediati… Forse però non tutto è come appare. La Luce deve ancora mostrare il suo immenso potere e l’amore nasconde ancora un segreto. Si conclude con questo emozionante episodio il lungo racconto di Felì, la piccola fata luminosa che veglia sulle streghe gemelle di Fairy Oak.

Recensione di Ines

Con la Recensione de Il potere della luce di Elisabetta Gnone, mettiamo la parola fine alla trilogia che vede come protagoniste le gemelle Pervinca e Vaniglia. In questo terzo volume, ci sarà lo scontro finale con il nemico, meglio conosciuto come Terribile 21.
Il nemico sta radunando tutte le forze attorno a lui e si prepara ad attaccare il villaggio di Fairy Oak, questa volta però dalla sua parte avrà una persona impensabile che volterà le spalle a tutti per complottare con il buio.

Una fata non muore. Il suo cuore passerà a un’altra fata e se io la incontrerò, riconoscerò in lei lo stesso sguardo, lo stesso coraggio, la stessa saggezza che alimenta la nostra luce. Una fata non muore.

I giovani maghi e i bambini, in questo volume, avranno molto più spazio che non nei precedenti libri, loro sono i veri protagonisti e daranno il loro contributo in battaglia. Hanno creato un gruppo chiamato la banda del capitano, con Grisam al comando che sarà come non mai astuto e coraggioso mettendo a rischio la propria vita per salvare Vaniglia. Se nei capitoli precedenti Vaniglia era sempre oscurata dalla gemella, in questo invece la protagonista assoluta è lei.

Oggi, il tuo cuore è troppo triste e disperato per essere una buona guida. Debole e confuso, senza saperlo, ti porterebbe a compiere atti scellerati di cui pentiresti. Dagli il tempo di calmarsi, attendi, con pazienza che torni a vedere bene come sa vedere, e allora solo allora, agisci seguendo quel che il cuore ti dirà di fare.

Mi sono dovuta ricredere, l’ho rivalutata tantissimo, infatti qui è tostissima, si fa valere e con molto coraggio e speranza crede che il suo amore e il suo legame con Pervinca sia indissolubile, tanto che andrà contro tutto il villaggio. Unico neo il finale che avrei preferito con qualche fuoco d’artificio in più ma per il resto ho trovato quest’ultimo capitolo veramente incalzante.

Menti! Poiché di menzogna e falsità sei fatto e vestito. Mostra la tua vera identità! Di notte Tempesta, di giorno Mistero… Sei un male senza nome né speranza. Di buio e terrore ti colmi gli occhi e perciò la tua vista è offuscata. Non vedi la realtà e dunque non la comprendi

Lo stile narrativo è lo stesso dei precedenti, sarà sempre Felì a raccontare la storia, ci saranno sempre illustrazioni e disegni anche se meno dei precedenti. La Gnone non ci farà mancare nulla, ci ritroveremo dentro ad un turbine di emozioni come: gioia, dolore, speranza e ansia.

La strada era quasi del tutto innevata. Il viavai del giorno aveva disordinato la neve caduta quel mattino e qua e là aveva scoperto il selciato, ma il resto era ancora tutto bianco. Il riverbero della neve, mescolato al tenue bagliore dei lampioni e ai fiocchi che, vaporosi, avevano ripreso a scendere, creava un’atmosfera dolce e suggestiva, mentre nella strada, nei giardini, sulle scalinate, si rifletteva la luce calda delle finestrelle accese. Se il nostro cuore non fosse stato così pesante, forse avremmo trovato quello spettacolo bellissimo.

Consiglio di leggere questa trilogia a tutti, sia ai più grandi che ai piccini, si entra a far parte di un mondo magico, ogni singolo personaggio è indispensabile alla riuscita della storia. Ci fa capire che con amore e armonia si può andare tutti d’accordo anche se si è diversi.

10

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *