Recensione La piccola farmacia letteraria di Elena Molini

Con la Recensione La piccola farmacia letteraria di Elena Molini, edito Mondadori, vi porto a Firenze a conoscere come sia nata l’idea di creare questa bellissima libreria. Venite a scoprire cosa ne penso.

Recensione La piccola farmacia letteraria di Elena Molini

Titolo: La Piccola Farmacia Letteraria Link Amazon
Autore: Elena Molini Editore: Mondadori
Data Uscita: 14 Gennaio 2020 Pagine: 273
Narrazione: Prima persona
Finale: Conclusivo

Sinossi

A volte il treno dei sogni passa prima che tu riesca a raggiungere la stazione. Allora hai due possibilità: guardarlo andare via per sempre, oppure percorrere quel binario a piedi e continuare a rincorrere i tuoi desideri.

E così decide di fare Blu Rocchini – sì, proprio Blu, come il colore -, che vive a Firenze insieme ad altre tre ragazze, tutte più o meno trentenni, tutte più o meno alle prese con una vita sentimentale complicata. Blu ha un sogno: lavorare nel mondo dei libri. Ci ha provato con una breve esperienza in una casa editrice specializzata e, ancora, in una grossa catena di librerie.

Poi la decisione: aprire una libreria tutta sua. Ma la vita è difficile per una piccola libreria indipendente… finché Blu ha un’intuizione: trasformare i libri in “farmaci”, con tanto di indicazioni terapeutiche e posologia, per curare l’anima delle persone. Nasce così la Piccola Farmacia Letteraria, che si rivela subito un grandissimo successo.

Peccato che ora Blu abbia altro per la testa: come fare a ritrovare il meraviglioso ragazzo che sembra uscito dalle pagine del Grande Gatsby e con cui ha trascorso una serata indimenticabile, ma al quale non ha chiesto il numero di telefono?

Recensione di Ines

Oggi sono qui con la Recensione de La piccola farmacia letteraria di Elena Molini, che ho iniziato a leggere grazie ad una sfida di lettura per una Challenge.
Il libro lo avevo comprato a marzo in piena pandemia proprio nella citata libreria che continuava a fare spedizioni in tutta Italia. Non so come mai non lo abbia iniziato subito; era lì in stand-by nella pila dei numerosi libri da leggere.

La protagonista di questo libro è Blu, sì avete capito bene, il nome è proprio come il colore. Blu ha trent’anni, vive a Firenze in un appartamento condiviso con altre tre ragazze che altri non sono le sue migliori amiche. Sono tutte diverse tra loro caratterialmente ma forse proprio per questo riescono a convivere.

Le crisi ci fanno capire che stiamo sbagliando, che la strada che abbiamo deciso di percorrere non è quella giusta per noi. Se riusciamo a capire in tempo che ci stiamo tradendo, allora abbiamo buone possibilità di farcela.

Blu è una sognatrice, con il naso sempre immerso tra le pagine dei libri, una ragazza che crede nella bontà del prossimo e cerca sempre di aiutare tutti. Non sta attraversando un bellissimo periodo, infatti la sua libreria non ingrana, sta finendo i risparmi e, per finire, il padrone di casa da alle ragazze sei mesi di tempo per lasciare libero l’appartamento.

«Ecco, lui mi ha dato un’idea veramente buona: mettere su ogni libro un’etichetta che spieghi a chi quel libro è indicato e perché. Come un farmaco, ma che invece del corpo cura l’anima. Tu ne sai qualcosa di biblioterapia?»

Tutto sembra andare a rotoli, ma lei non perde la speranza e da qui inizia la storia di come è nata La piccola farmacia letteraria. Da una presentazione dell’ultimo libro di Neri Venuti che sembra una catastrofe, ne esce un libro rovinato al quale Blu (grazie anche ad un ragazzo che la lascia completamente di sasso facendola innamorare su due piedi) mette un foglietto indicando per chi andrebbe bene questo tipo di lettura.

E allora, quando finalmente arriva qualcosa di bello, pensi che ci sia un errore, che il destino abbia sbagliato a sorteggiare i numeri e che tu abbia ricevuto un premio che in realtà non era tuo. Lo afferri e lo tieni stretto, ma sei convinta che prima o dopo te lo richiederanno indietro e dovrai anche pagare un indennizzo per averlo tenuto un po’ di tempo con te.

Tra personaggi strani appaiono nel cammino di Blu per indicarle la via ed ecco che pian piano, aiutata dalle amiche di una vita, la sua libreria decolla e lei diventa famosa. Nonostante questo qualcosa le manca, ancora pensa al ragazzo per il quale ha perso la testa ma che non si è fatto più vedere. Quindi decide di indagare per riuscire a ritrovarlo e per far sì che l’amore entri nella sua vita.

«I mostri si s-s-sconfiggono, sai? Anche se sei s-s-spaventata. Ma loro ti possono fare male solo se hai p-p-ppaura e se sei s-s-sola. Se li guardi in faccia e fai vedere che non li temi non ti possono f-f-f-fare n-niente. E s-s-se hai degli a-a-amici non puoi s-s-sentirti sola.»

Ancora mi domando come mai non l’ho letto prima. Una scrittura fluida, che già dalle prime righe ti trasporta dentro la storia e che ti fa vivere sensazioni ed emozioni forti. La scrittrice è stata bravissima a caratterizzare i personaggi; ognuno di loro mette un tassello fondamentale per la riuscita di questo libro.
Mi sono immedesimata tantissimo in Blu e nelle sue disavventure tanto che quando sono arrivata alla fine, ne avrei voluto ancora. Mi è dispiaciuto lasciarla.

Era proprio vero che se non hai nessuno con il quale condividerle è come se le tue gioie non esistessero.

Quando tutto questo caos che abbiamo in questo momento sarà finito e si potrà viaggiare ancora liberamente, voglio proprio andare a Firenze per vedere con i miei occhi La piccola farmacia letteraria e poter così scambiare delle chiacchere con la proprietaria ringraziandola per avermi fatto vivere questa piccola magia.
Spero che la mia Recensione de La piccola farmacia letteraria di Elena Molini, vi abbia incuriosito perché non ve ne pentirete.
Leggetelo perché ve lo consiglio vivamente.

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *