Recensione Il peggior amico di una ragazza di Tamara Balliana

Salve readers, eccoci oggi con la Recensione Il peggior amico di una ragazza di Tamara Balliana, secondo volume della serie Bay village, edito Amazon crossing. Andiamo a conoscere più nel dettaglio Julia e le sue stranezze.

Recensione Il peggior amico di una ragazza di Tamara Balliana

Titolo: Il peggior amico di una ragazza Link Amazon
Titolo originale: Diamant & mauvais karma
Serie: Bay village # 2
Autore: Tamara Balliana
Editore: Amazon crossing
Data Uscita: 2 febbraio 2021
Pagine: 267
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo

Serie Bay village:
01. Uno strano colpo di fulmine Recensione
02. Il peggior amico di una ragazza
03. Molto più che una fashion victim

Sinossi

La fortuna è cieca ma il karma ci vede benissimo.

Un anello con un diamante enorme sepolto nella sabbia di un parco giochi: Julia non crede ai propri occhi quando se lo ritrova tra le mani. Eppure finora il destino non le ha riservato granché: famiglia disastrata, precarietà lavorativa, ristrettezze economiche, instabilità sentimentale. Certo, Julia ha anche le sue fantastiche amiche che la aiutano e la sostengono, oltre a prenderla in giro durante le serate a base di pettegolezzi e margarita.

E ha la pittura, la sua più grande passione, che la fa volare via lontano da ogni preoccupazione. Che questo anello sia finalmente un bel colpo di fortuna? Purtroppo pare proprio di no, perché al ritrovamento segue subito un’inattesa quantità di disavventure, capaci di mettere in crisi anche una ragazza sveglia e affascinante come lei. E per di più c’è quel tizio dal sorriso gentile e lo sguardo magnetico. Julia se lo ritrova sempre davanti: pare proprio che il destino abbia deciso di metterlo sulla sua strada… un po’ come è successo con l’anello.

Recensione di Ines
Recensione di Giulia

Recensione di Ines

Con la Recensione de Il peggior amico di una ragazza di Tamara Balliana, andiamo a conoscere meglio Julia una delle amiche di Amy la protagonista del primo libro. Partiamo con il dire che questo libro l’ho praticamente divorato e che mi è piaciuto di gran lunga più del primo, quindi non vi resta che leggerlo. Io vi consiglio di leggere la serie in ordine altrimenti vi spoilerate il precedente, anche se ogni libro è autoconclusivo.

Julia abbiamo avuto modo d’incontrarla e di conoscerla già nel libro di Amy, è una ragazza particolare, un’artista. Il suo sogno è quello di diventare una pittrice famosa, ha già venduto alcuni quadri ma da un po’ non riesce più a dipingere. Ama i colori, è sempre in ritardo, sembra sempre tra le nuvole, non fa caso a come si veste, infatti è stata descritta come la hippy del gruppo. Non sta attraversando un periodo lavorativo roseo, in più il suo fratellino si è messo in guai seri: è stato arrestato e lei fa di tutto per riuscire a farlo uscire e per farlo scagionare.

In ogni caso, posso correre il rischio di tenere un gioiello che potrebbe essere la fonte di tutti i miei problemi? No, non credo proprio. Nella mia testa un pensiero si delinea sempre più chiaramente: devo ritrovare la proprietaria dell’anello.

Quando un pomeriggio fa da baby sitter ai figli della sua amica, la sua vita prenderà una piega inaspettata: tra le mani si ritroverà un anello con un diamante enorme che sembra stregato e che le farà vivere le peggiori disavventure mai successe ma che le metterà nella strada di un’affascinante uomo con un sorriso dolcissimo.

Questo secondo capitolo della serie, come detto in precedenza, mi ha coinvolta e mi è piaciuto molto più del primo. Ho amato Julia e il suo carattere, non si fa piegare davanti a niente e a nessuna avversità.
Quando ama qualcuno lo mette al primo posto anche sacrificandosi. Leggendo questo libro ho riso tantissimo perché ci sono molte scene esilaranti, ma mi ha anche fatto uscire qualche lacrimuccia.

«Che cosa sta facendo?» Dovrebbe allarmarmi il fatto che una donna si tocchi i capezzoli davanti a me nel bel mezzo del corridoio di un ospedale? Controllo che nessuno ci stia osservando, perché se già la scena è surreale, non oso pensare che cosa potrebbe immaginare chiunque assista alla conversazione. «Eccolo qui!»

Ho trovato sempre lo stesso stile fresco nella scrittura della Balliana, ai personaggi già conosciuti in precedenza, vengono aggiunti dei tratti in più per conoscerli meglio e quindi per entrare più in empatia con loro.
Se ancora non l’avete fatto, non vi resta che iniziare nel leggere questa serie, non ve ne pentirete.
Attendo il prossimo capitolo, che uscirà in maggio qui da noi, perché la coppia che nascerà sarà scoppiettante per me e non vedo l’ora di vedere cosa la scrittrice ha in mente.

nove

Recensione di Giulia

Continuo la mia lettura di questa serie con il secondo volume: Il peggior amico di una ragazza. Come avevo già detto nella prima recensione, Tamara Balliana è la mia rivelazione di quest’anno e, leggendo questo secondo libro, ne ho avuto di certo la conferma.
Premetto che il libro è diviso in tre parti: nella prima abbiamo la storia dal punto di vista di Julia; nella seconda è dal punto di vista di lui e torniamo indietro nel tempo di qualche settimana; nella terza e ultima parte, invece, il punto di vista è di entrambi e si ritorna al presente.

La protagonista femminile, Julia, l’avevamo già conosciuta nel primo volume. Tra tutte e sei le amiche, lei è quella più stravagante, sia nei modi che caratterialmente, ma è anche quella più dolce e gentile.
La sua vita non è per nulla semplice, vive in un mini appartamento e per mantenersi fa la pittrice, il suo più grande amore.

“Quello che mi è piaciuto di te è che sei unica, sei te stessa e lo accetti completamente.”

La sua vita, però, prende una piega ancora più disastrosa quando un pomeriggio, Kyle, il figlio di una delle sue migliori amiche, trova un enorme anello con diamante nella sabbia del parco giochi dove lo ha accompagnato insieme alla sorellina. Da quel momento, la sfiga le corre dietro e lei non può far altro che cercare di tenersi a galla quando i problemi le arrivano uno dopo l’altro, primo fra tutti, suo fratello.

Non voglio addentrarmi troppo nel raccontarvi la trama dato che ne succedono davvero di ogni e la storia è abbastanza complessa per non rischiare spoiler. Posso solo dirvi che non è un romance convenzionale, la storia d’amore non è al centro del racconto e si privilegia invece la sfiga di Julia in ogni cosa che fa. Questo rende il libro leggero ma soprattutto divertente.

“-Posso dire che è davvero strano voler andare a letto con il proprio ginecologo? –
-E perché? –
-Be’…-
Cerco una similitudine che mi aiuti a illustrare il mio pensiero.
-È come se lasciassi guidare la tua macchina al meccanico, ecco!-”

Non guasta poi il fatto di ritrovare i vecchi personaggi e vedere anche l’evoluzione della storia di Amy.
Unica pecca che ho trovato, è stato il finale un po’ troppo affrettato, avrei preferito leggere per bene l’inizio della loro storia d’amore invece del mini riassunto che l’autrice ha fatto alla fine.

Per riassumere direi che è una bella storia da leggere in pochissimo tempo, sia per le poche pagine che per la scrittura molto scorrevole, ma non aspettatevi un racconto sentimentale perché lo è ben poco, ma si va di leggere qualcosa di divertente questo è il libro che fa per voi!

8

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.