Recensione Soundless di Robin C

Con la Recensione di oggi vi portiamo nel mondo dell’angst, con una storia di rinascita ma anche piena di dolore. Soundless di Robin C. è un m/m che vi stravolgerà le giornate. Andiamo a vedere chi sono i protagonisti!

Recensione Soundless di Robin C

Titolo: Soundless Link Amazon
Autore: Robin C.
Editore: Self publishing
Data Uscita: 3 marzo 2021
Pagine: 392
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo           

Sinossi

CHRISTOPHER

Non avrei dovuto cedere alla tentazione di avvicinarlo. Non avrei dovuto sedurlo e farlo innamorare di me. Eppure era accaduto ed era stato destabilizzante, perché amare Thomas non aveva soltanto appagato la carne, mi aveva anche sconvolto l’anima. E non me lo potevo permettere. Ero un Brooks. Il destino associato al mio nome non avrebbe mai contemplato sentimenti come quelli che provavo nei suoi confronti. Per questo gli avrei spezzato il cuore senza pensarci due volte.

THOMAS

Stare con Christopher aveva significato coronare il sogno più grande della mia vita. Poter finalmente amare l’uomo che avevo creduto irraggiungibile per molto tempo. Se avessi saputo quanto male mi avrebbe fatto, forse, sarei scappato a gambe levate. O forse no, perché allontanarmi da lui era l’unica cosa che non sarei mai stato in grado di fare. Avevo dunque aperto le braccia e mi ero lasciato distruggere.

Recensione di Giulia

Con Soundless, inizia la mia prima lettura di un libro di Robin C. Sono ormai anni che avevo voglia di provare a leggere qualcosa di questa autrice, ma non sono mai riuscita veramente a prendere in mano il libro. L’ispirazione mi è venuta leggendo le numerose e positive recensioni di questa sua nuova uscita, ma anche perché era tantissimo tempo che non leggevo un m/m.
A questo proposito, vi avverto subito che il libro è incentrato appunto su una coppia gay, quindi se non è il vostro genere passate ad altro!

Ogni capitolo riguarda un determinato giorno nella vita di Chris e Tommy e il libro è diviso con una prima parte che riguarda la loro vita da universitari e una seconda parte dove c’è un salto temporale di tre anni.
I due si conosceranno, appunto, proprio all’Università di Berkley dove seguono un corso insieme. All’inizio il loro sarà un rapporto puramente di amicizia perché Tommy, sì, è omosessuale ma Christopher è etero al cento per cento, o almeno così crede lui stesso.

“Mi chiedo cosa diavolo io significhi per lui. Perché quando mi è vicino non riesca a nascondere il desiderio che prova o la sua gelosia. Perché quando fa l’amore con me, nei suoi occhi ci sia molto di più di sola lussuria. E perché, poi, senta il bisogno di negare cosa siamo diventati”.

Oltre a questo, i due non possono essere più diversi caratterialmente. Thomas è un ragazzo tranquillo che sa chi è e cosa vuole nella vita, è un piccolo genio nell’ingegneria ed è un ragazzo davvero molto dolce.
Chris, d’altro canto, è il classico belloccio figlio di papà, uno che ha tutto dalla vita e se la gode a pieno ma, come sempre, non è tutto oro ciò che luccica.
Loro sono come come due pezzi diversi di un puzzle che, quando sono insieme, si incastrano alla perfezione. La loro potrebbe essere la storia d’amore per eccellenza se non fosse che Christopher non ha nessuna intenzione di uscire allo scoperto con la sua famiglia.

«Se te ne vai, non te lo perdonerò mai», mi minacciò. «Se non me ne vado, sarò io a non poter più perdonare me stesso».

Non voglio addentrarmi troppo nei dettagli della storia, ma posso dire che nei primi tre quarti del libro ho amato follemente il personaggio di Tommy ma, allo stesso tempo, sono riuscita a capire in pieno i sentimenti e le ritrosie di Chris e, per questo, non sono proprio riuscita a condannarlo.
Robin C. è riuscita a creare due personaggi diversi ma sempre coerenti con il loro carattere, così come è riuscita a far vedere come Chris matura nel corso degli anni e grazie alle cose che gli sono successe in quei tre anni.

Non mancano scene di sesso forti ma anche molto dolci in cui l’autrice riesce a farti provare le emozioni contrastanti di entrambi, avvolgendoti così tanto nella storia che puoi finire con il leggere delle ore senza rendertene conto. Questo, probabilmente, è merito della sua scrittura scorrevole, delle scene forti e dei dialoghi che ti entrano dentro e non ti lasciano più.

«Se te ne vai, non te lo perdonerò mai», mi minacciò. «Se non me ne vado, sarò io a non poter più perdonare me stesso».

Che altro dire? Ho amato, ma anche odiato, questo libro dall’inizio alla fine e non vi nascondo che mi è uscita anche qualche lacrime nell’ultima parte.
Soundless è uno di quei libri che ti fanno vedere la vita da un’altra prospettiva, ti invita a credere in te stesso e a fregartene di quello che pensano gli altri. È un libro di speranza, di rivalsa ma soprattutto di rinascita.
Se vi piace il genere, allora non posso non consigliarvi questo libro, io nel frattempo devo assolutamente recuperare gli altri libri di questa fantastica autrice!

9

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla HomeTorna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.