Recensione Dimmi che lo vuoi di Kristen Ashley

Con la Recensione di oggi, continuiamo la nostra lettura di questa bella serie ambientata a Denver. Stiamo parlando di Dimmi che lo vuoi di Kristen Ashley, andiamo a conoscere meglio Vance e Juliet.

Recensione Dimmi che lo vuoi di Kristen Ashley

Titolo: Dimmi lo vuoi
Titolo originale: Rock chick: renegade
Autore: Kristen Ashley
Serie: Rock chick # 4
Editore: Newton Compton
Data Uscita: 6 febbraio 2019
Pagine: 554
Narrazione: Prima persona, pov della protagonista
Finale: Conclusivo

Serie Rock chick:
0.5. Dimmi che ti avrò ❤Daisy & Marcus ❤ Recensione
01. Dimmi che sarà per sempre ❤India & Lee❤ Recensione
02. Dimmi che ci sei ❤Jet & Eddie❤ Recensione
03. Dimmi che cambierai ❤Roxanne & Hank❤ Recensione
04. Dimmi che lo vuoi ❤Jules & Vance❤
05. Dimmi per sempre di sì ❤Ava & Luke❤ Recensione
06. Dimmi che non finirà ❤Stella & Mace❤ Recensione
07. Dimmi che non hai rimpianti ❤Sadie & Hector❤ Recensione
08. Dimmi che sarai mio ❤Ally & Ren❤ Recensione
09. Dimmi che mi amerai ❤Shirleen & Moses❤ Recensione

Sinossi

Jules ha un conto in sospeso con i trafficanti di droga di Denver. Cerca di proteggere dal mondo criminale i ragazzi con cui lavora, ma ha capito che le leggi le stanno strette, quindi è disposta a fare qualunque cosa per ripulire le strade e difendere chi le sta a cuore. Così si è trasformata in vigilante, ha imparato a cavarsela da sola e a lottare. Assistente sociale di giorno e giustiziera di notte. Per Vance, che ha deciso di guardarle le spalle mentre tenta di farsi giustizia da sola, il compito si prospetta tutt’altro che semplice.

Nonostante l’attrazione tra loro sia innegabile, però, Jules non ha tempo da perdere: è troppo impegnata a cercare di salvare il mondo. Ed è così che mette su una squadra piuttosto bizzarra: Zip, il proprietario del negozio di armi, Heavy, un ex investigatore privato, e Frank, un misterioso lupo solitario. Ma è solo questione di tempo prima che Jules faccia arrabbiare seriamente qualcuno… qualcuno di molto pericoloso. Se vuole davvero farcela, dovrà imparare a fidarsi di Vance…

Recensione di Giulia

Dopo un bel po’ di tempo passato dalla lettura del terzo libro, ho deciso di riprendere in mano questa serie e di iniziarmi finalmente a leggere Dimmi che lo vuoi.
Se conoscete questa serie, sapete che è incentrata su dei veri e propri uomini alpha, alcuni sono poliziotti, altri degli investigatori privati o cacciatori di taglie e quello che li accomuna è una grande amicizia, oltre al fatto che se si fissano su una donna non mollano la presa.

La storia di questo quarto libro è l’esatto continuo di come era finita nel libro precedente, dove avevamo già fatto la conoscenza di Law in maniera un po’ particolare.
Jules Lawler, soprannominata appunto Law, è una ventiseienne che vive con il suo gatto nero Boo, lavora come assistente sociale e cerca di togliere i ragazzini dalla strada dandogli un rifugio, anche se di notte si trasforma in una specie di giustiziera. Il suo non è un passato semplice ma ha comunque avuto l’amore di sua zia e del suo zio acquisito, Nick.
Anche Vance non ha un passato tutto rose e fiori, anzi, fin dall’età di dieci anni ha dovuto imparare a cavarsela da solo e oggi lavora al fianco di Lee.

Il loro primo incontro è alquanto rocambolesco, ma c’è subito chimica. Vance, probabilmente, è quello finora più invasivo e determinato dei ragazzi che ho già conosciuto (Ebbene sì, anche più di Hank), rasenta lo stalking e pretende che lei faccia quello che lui le dice. D’altro canto è pure terribilmente sexy e usa questa cosa a suo favore per poterla far capitolare, perché se Vance vuole una cosa, la ottiene sempre. Jules, però, è una ragazza forte e tenterà in tutti i modi di tenergli testa e di allontanarlo, ma il fatto che tra loro ci sia una forte attrazione non aiuta.

“-Da quel che ne so hai avuto un sacco di dolci occasioni.-
-No. Ho avuto un sacco di occasioni facili.-
-Conosco un paio di ragazze alle quali…-
-Nessuna di loro profumava di melone, sapeva di ciliegia o ne valeva la pena,- mi ha interrotta con tono brusco.
Ho sbattuto le palpebre. -Stai dicendo che con me vale la pena?- ho domandato.
-Già.-“

Anche qui, ovviamente, ritroviamo tutte le Rock Chicks presenti e sempre più invadenti nella vita dei loro amici. La famiglia allargata di Fortnum’s si sta allargando ancora di più quindi le risate non mancheranno, insieme a qualche momento anche più serio. Dimmi che lo vuoi, infatti, per ora è il libro più “serioso” dei quattro che ho letto, questo perché entrambi i protagonisti portano delle cicatrici abbastanza pesanti a livello familiare che arriverà anche a ostacolare la loro relazione.

“-Non può funzionare,- ho risposto come se fosse una spiegazione valida.
-Perché?- Ovviamente, si era reso conto che non era una spiegazione valida.
Perché mi piaci molto. Perché sei stupendo e perché sei forte, e mi fai provare cose che non posso permettermi di provare. Perché mi ascolti al chiaro di luna, come se ogni parola che pronunciassi fosse una goccia di nettare prezioso. Perché hai vissuto una vita di merda e ne sei uscito indenne e sei diventato una persona incredibile. Perché adesso conduci una vita pericolosa e hai una cicatrice sulla schiena che lo dimostra perfettamente, e io non posso permettermi di perdere un’altra persona importante, ho pensato.”

Stavolta Kristen Ashley ha scritto una storia meno frivola e con più contenuti sociali e, anche se c’è sempre una parte di suspense, ha incentrato il racconto soprattutto sul rapporto tra i due protagonisti e sul contrasto testa/cuore di Law.
Come sempre è stata una lettura molto scorrevole e con dialoghi sempre divertenti ma anche più profondi. Inoltre, alla fine è riuscita anche a sorprendermi e questo ha fatto alzare il mio gradimento verso il libro.

Non posso però dargli un voto altissimo perché ho trovato qualche pecca, anche se minima. La storia si dirama su parecchie pagine e, forse per questo, dopo la metà ho trovato delle cose un po’ ripetitive che potevano anche essere eliminate e i tira e molla sembravano non finire più. Inoltre, il personaggio di Vance è spesso un po’ troppo oppressivo per i miei gusti anche se, di contrasto, è di una dolcezza infinita.

A parte questo, trovo che questa serie di Kristen Ashley sia una di quelle serie da leggere assolutamente se siete amanti del romance e volete anche una lettura divertente. Non vedo l’ora di scoprire cosa ci sarà in serbo per Luke!

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla HomeTorna a Recensioni 

Torna alle Segnalazioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *