Recensione Knight di BB Reid

Con la Recensione di Knight di BB Reid, vi parliamo del secondo e ultimo volume di questa dilogia dai contorni un po’ dark. Finalmente scopriremo come finirà la tormentata storia tra Angel e Mian e se il loro sarà un lieto fine.

Recensione Knight di BB Reid

Titolo: Knight Link Amazon
Titolo originale: Knight
Serie: Il duetto rubato # 2
Autore: B. B. Reid
Editore: Always publishing
Data Uscita: 24 luglio 2018
Pagine: 269
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo

Serie Il duetto rubato:
01. Bandit Recensione
02. Knight

Sinossi

Che cos’è il controllo senza un po’ di caos prima?


Dopo essere stata rapita da Victor, socio di Angel e suo patrigno, Mian è venuta a conoscenza di una verità sconvolgente: suo padre Theo non è il responsabile della morte di Arturo, padre di Angel, ed è quindi in prigione da innocente. Non solo, sua madre era l’amante di Arturo e per questo Bea, la madre di Angel, lo ha ucciso; viene inoltre a sapere che Angel era al corrente di tutto e ha quindi lasciato che suo padre fosse arrestato e portato in carcere. Nella colluttazione seguita all’arrivo di Angel per liberarla rimangono uccisi Victor, sua figlia Eliana e Bea, ma Mian, inferocita per il suo tradimento, pugnala Angel e scappa. Non andrà molto lontano, appena fuori dal sotterraneo dove era tenuta prigioniera trova Lucas e Z accorsi al seguito di Angel che la riportano a casa da Caylen.

Angel è ovviamente solo ferito ma incolpa del suo ferimento Eliana, anche se i suoi due amici non credono alla sua versione e sembrano convinti della colpevolezza di Mian. La ragazza sa di non poter restare nella magione dei Knight, detesta Angel e non vuole avere più nulla a che fare con lui. Prende così soldi dalla cassaforte e si organizza per scappare insieme al figlioletto, indifferente al fatto che l’unica possibilità che ha di tenerlo al sicuro è quella di restare con l’uomo che odia, e consapevole che, ovunque vada, ci sarà sempre qualcuno a darle la caccia, che sia il Knight, il senatore Staten, nonno di Caylen, o persino i membri della famiglia di Angel, che le darebbero la caccia per colpire lui. Riuscirà ad allontanarsi abbastanza e a rimanere nascosta? E Angel la lascerà andare?

Recensione di Giulia

ATTENZIONE SPOILER: Dato che questa è la seconda parte di una dilogia, il commento e la trama possono contenere degli spoiler riguardanti il primo libro. Quindi se ancora non l’avete letto, vi sconsiglio di leggere questa recensione!

Avevamo lasciato Mian e Angel in una situazione alquanto complicata, infatti Mian ha appena pugnalato Angel. Ovviamente quella ferita non sarà mortale per lui (altrimenti l’autrice cosa avrebbe scritto in tutto il libro?) anzi si riprenderà molto velocemente.
Mian, intanto, è sconvolta sia per il gesto che ha fatto che per la scoperta che ha appena fatto. Ebbene sì, suo padre non ha ucciso Arturo ma è stata proprio la madre di Angel a farlo. A causa di questo decide di prendere Caylen e scappare via sia da Angel che dal senatore che le sta dando la caccia.

“Avevo sempre creduto che Angel fosse un uomo fuori dal comune, qualcuno che non poteva essere ferito, ucciso. Era sempre stato così veloce, così forte, così scaltro. Finché io non lo avevo quasi reso un cadavere.”

Da qui la storia inizia a farsi più chiara, infatti, pian piano riusciamo ad avere riposte a tutti gli interrogativi che si sono fatti nel corso del primo libro. Di quali segreti nasconde il padre di Mian, di cosa sia davvero successo il giorno della morte del padre di Angel ma, soprattutto, la vera storia dei Knight e delle loro regole che vanno avanti da decine di anni.
Vedremo anche un’evoluzione nel rapporto tra i nostri due protagonisti e scopriremo qualcosa in più sul carattere di Angel. Insomma, se il primo libro è stato pura azione, questo è più “esplicativo”, anche se l’azione non manca nemmeno qui.

“Lo odiavo, non perché mi costringeva a restare, ma per quella parte sconsiderata di me che voleva restare.”

Devo dire che la storia in generale mi è piaciuta parecchio. c’è mistero, c’è intrigo, c’è amore e passione quanto basta. Il personaggio di Angel si scopre mano a mano che si va avanti con la lettura, ne scopriamo le debolezze dietro quel suo modo di fare forte e vediamo quanto gli pesi essere il Knight e doversi dividere tra il suo dovere nei confronti della famiglia e il suo amore per Mian. Ma la cosa che ho trovato bellissima è il fatto di come Angel abbia preso così a cuore anche Caylen, che ormai ritiene suo.

“Solo per averti ho venduto la mia anima e la venderei di nuovo per tenerti. Desiderare te mi ha reso un mostro, perciò dimmi, Mian, l’amore può reggere il paragone?-“

L’unico personaggio che è rimasto lo stesso, invece, è quello di Mian. Avevo sorvolato sul suo essere una ragazza viziata e ingrata nel primo libro, ma stavolta non ha scusanti. A diciannove anni si comporta peggio di una quindicenne, la maggio parte delle sue azioni sono state sconsiderate, inutili e deleterie sia per lei che per suo figlio. La pazienza di Angel è davvero infinita.
Spesso mi sono ritrovata a storcere il naso per alcuni suoi comportamenti davvero immaturi, quindi devo proprio bocciarla.

Altra cosa che non mi ha entusiasmata è la divisione delle scene. Alcune volte c’è uno stacco netto tra una scena e l’altra senza che venga segnalata la cosa, quindi spesso mi sono ritrovata a tornare indietro per rileggere quella parte altrimenti non capivo se fosse o meno la scena che avevo letto fino a quel momento. Questo ha reso la lettura un po’ zoppicante, ma per fortuna solo in alcune parti.

Al contrario, ho amato tantissimo i personaggi secondari: Z, Lucas e Anna. I primi due, sebbene abbiamo una scorza dura a causa del loro passato travagliato, sono uomini fedeli al loro amico e imparano ad affezionarsi anche ai due nuovi arrivati. Ogni tanto abbiamo uno scorcio delle loro storie passate ma non abbastanza da capire esattamente cosa gli sia successo.
Anna invece è molto più matura dei suoi diciassette anni (soprattutto più di Mian) e anche lei è una di quelle amiche che sono sempre dalla tua parte e si fanno in quattro per aiutarti.
Sono stata felicissima di sapere che BB Reid ha intenzione di scrivere uno o due spin off proprio riguardo questi personaggi!

In conclusione, non posso che consigliare questa dilogia a chi ama leggere storie con una vena dark e un po’ complessa per i vari personaggi del passato di cui si deve raccontare per conoscere la storia dei Knight. Proprio per questo vi consiglio di leggerli insieme senza intermezzi!

8

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *