Recensione Tenebre e ossa di Leigh Bardugo

Con la Recensione di oggi, vi parleremo del primo volume di una serie fantasy che sta avendo molto successo, tanto che Netflix ha deciso di farne una serie tv. Si tratta di Tenebre e ossa di Leigh Bardugo. Venite a vedere cosa ne pensiamo!

Recensione Tenebre e ossa di Leigh Bardugo

Titolo: Tenebre e ossa Link Amazon
Titolo originale: Shadow and bone
Serie: Grishaverse # 1
Autore: Leigh Bardugo
Editore: Mondadori
Data Uscita: 3 novembre 2020
Pagine: 301
Narrazione: Prima persona, pov della protagonista
Finale: cliffhanger

Serie Grishaverse:
1. Tenebre e ossa
2. Assedio e Tempesta Recensione
3. Rovina e ascesa Recensione

Sinossi

L’orfana Alina Starkov non ha grandi ambizioni nella vita, le basterebbe fare al meglio il suo lavoro di apprendista cartografa nell’esercito di Ravka, un tempo nazione potente e ora regno circondato dai nemici, e poter stare accanto al suo buon amico Mal, il ragazzo con cui è cresciuta e di cui è innamorata da molto tempo. Ma il destino ha in serbo ben altro per lei. Quando il loro reggimento attraversa la Faglia d’Ombra, la striscia di oscurità quasi impenetrabile che taglia letteralmente in due il regno di Ravka, lei e i suoi compagni vengono attaccati dagli esseri spaventosi e affamati che lì dimorano.

E proprio nel momento in cui Alina si lancia in soccorso dell’amico Mal ferito gravemente, in lei si risveglia un potere enorme, come una luce improvvisa e intensa in grado di riempirle la testa, accecarla e sommergerla completamente. Subito viene arruolata dai Grisha, l’élite di creature magiche che, al comando dell’Oscuro, l’uomo più potente di Ravka dopo il re, manovra l’intera corte.

Alina, infatti, è l’unica tra loro in grado di evocare una forza talmente potente da distruggere la Faglia e riunire di nuovo il regno, dilaniato dalla guerra, riportandovi finalmente pace e prosperità. Ma al sontuoso palazzo dove viene condotta per affinare il suo potere, niente è ciò che sembra e Alina si ritroverà presto ad affrontare sia le ombre che minacciano il regno, sia quelle che insidiano il suo cuore.

Recensione di Giulia

Dato che erano ormai mesi che non leggevo una serie fantasy, e dato anche l’enorme successo che sta riscuotendo questa serie grazie alla serie tv su Netflix, ho deciso di immergermi anche io in questa lettura.
La serie è divisa in due parti, la prima parte è proprio questa trilogia mentre la seconda parte è costituita da una dilogia: Sei di corvi e Il regno corrotto.

Come ogni fantasy che si rispetti, nelle prime pagine non ci capisci un tubo, ci sono tremila nomi e fazioni diversi e devi prenderci la mano prima di riuscire a ricordare tutto ma Leigh Bardugo è stata capace di spiegare bene ogni cosa, tant’è che c’è anche una specie di appunto all’inizio del libro dove puoi sempre andare a rivedere.
La protagonista assoluta di questa serie è Alina Starkov, un’orfana cresciuta in una casa che accoglieva bambini soli, insieme al suo migliore amico Mal, di cui lei è innamorata da sempre.

Alina è diventata un’apprendista cartografa anche se non eccelle molto in questo lavoro, al contrario di Mal che invece è un ottimo tracciatore, forse uno dei migliori del regno.
I due sono in procinto di attraversare la Faglia d’Ombra quando vengono aggrediti da alcuni esseri e lei per salvare Mal, tira fuori un potere che non sapeva di avere. Da quel momento, lei farà parte dei Grisha, un gruppo di persone che posseggono la Piccola Scienza, una sorta di magia.

Il Grisha più potente di tutto è l’Oscuro, chiamato così proprio perché riesce a possedere le tenebre ma è anche alquanto misterioso e affascinante.
Sarà proprio da lui che porteranno Alina, dopo che lei ha tirato fuori questo suo potere.

“Rimasi a guardare, divisa tra paura e fascinazione. “È troppo giovane” pensai. L’Oscuro comandava i Grisha da prima che io nascessi, mentre l’uomo seduto sulla pedana non sembrava molto più anziano di me. Aveva un viso affilato e bello, con una massa di folti capelli neri e chiari occhi grigi che scintillavano come quarzo.”

La storia vera e proprio inizia proprio da qui, grazie a quello che succede ad Alina scopriamo come i Grisha vengono addestrati fin da piccoli a controllare i loro poteri e a combattere. Lei si ritroverà quindi a dover recuperare molti anni di addestramenti in poco tempo, ma soprattutto a capire come riuscire a utilizzare di nuovo quel potere che ha dentro di sé.

Già da questo primo libro ci sono personaggi che mi sono piaciuti e altri che invece non ho sopportato proprio per niente, mentre altri ancora devo capire come inquadrarli.
I protagonisti mi sono piaciuti abbastanza, Alina è una ragazza che all’inizio sembrava debole ma che ha dimostrato un’enorme forza quando ha dovuto.

Mal, invece, mi ha un pochino delusa, l’ho trovato un po’ superficiale negli atteggiamenti anche verso Alina. Per quanto riguarda l’Oscuro, lui è uno di quei personaggi che devo ancora capire se mi piace davvero o se è solamente un’attrazione verso il suo essere affascinante.

«Come avrei mai potuto salutarlo? ‘Grazie per essere stato il mio migliore amico e aver reso sopportabile la mia vita. Ah, e scusa se mi sono innamorata di te. Ricordati di scrivermi.’»

Sebbene Tenebre e ossa sia il primo libro di una serie, devo dire che il finale non lascia per nulla l’amaro in bocca, chiude alcuni punti che si erano aperti durante la storia e lascia fuori solamente pochi dettagli.
La scrittura di Leigh Bardugo mi ha affascinata dalle prime pagine, è davvero scorrevole e anche quando non succede nulla di che, riesce a farti incollare alle pagine con nulla. Ha creato un bel mondo dove il confine tra bene e male è quasi inesistente e dove niente è mai come sembra.

Devo dire che se questo è l’inizio, c’è da ben sperare per un continuo da fuochi d’artificio, non vedo l’ora di scoprire cos’altro ha in serbo questa scrittrice e capire le vere intenzioni dell’Oscuro.
Già posso dire di consigliare questo libro ma di aspettare a vedere al serie tv!

«Mi dispiace» gli sussurrai.
«Mi dispiace di averti lasciato così a lungo nell’oscurità. Mi dispiace, ma ora sono pronta.»
Chiamai, e la luce rispose.

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla HomeTorna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.