Recensione Come una farfalla di Monica James

Con la Recensione di oggi vi parliamo di Come una farfalla di Monica James, libro edito dalla Corbaccio.

Recensione Come una farfalla di Monica James

Titolo: Come una farfalla Link Amazon
Titolo originale: Chase the butterflies
Autore: Monica James
Editore: Corbaccio
Data Uscita: 21 giugno 2018
Pagine: 270
Narrazione: Prima persona, pov della protagonista
Finale: conclusivo

Sinossi

In un bosco romantico ai margini della città, Tori ha appena ricevuto un anello di fidanzamento quando viene aggredita da un uomo che tenta di derubarla e violentarla dopo aver messo fuori combattimento il compagno. Uno sconosciuto mette in fuga l’aggressore, ma non riesce a evitare che lei venga gravemente ferita. Tori fatica a riprendersi dal trauma e durante la convalescenza scopre che il fidanzato la tradisce.

Decisa a cambiare drasticamente vita e fare affidamento solo su stessa, si trasferisce in un’altra città dove incontra un misterioso vicino dai nostalgici occhi azzurri, Jude, di cui diventa amica. La sincerità del loro rapporto porta con sé l’inevitabile attrazione e l’intesa che nasce fra i due non fa altro che accrescere il reciproco desiderio.

Jude cerca in tutti i modi di allontanarla da sé, ma l’alchimia di questo legame è speciale e va oltre l’umana comprensione: è la forza di un sentimento che ha il potere di riscrivere la storia di due persone destinate ad amarsi e a cambiare il proprio passato per poter vivere il futuro insieme.

Recensione di Giulia

Questa è la prima volta che mi ritrovo in difficoltà nel scrivere una recensione, in quanto il pericolo spoiler è davvero dietro l’angolo ma, se non sono chiara, rischio di non fare capire bene la storia, ma ci proverò.
La protagonista di questo racconto è Victoria, detta Tori. È il giorno del suo ventisettesimo compleanno e il suo fidanzato Bryan le ha appena chiesto di sposarlo, insomma sembra proprio che niente possa andare storto, quando un ubriaco si avvicina a loro con una pistola con l’intenzione di derubarli. Tori, però, riesce a scappare da un tentato stupro ma viene colpita da un proiettile che le trapassa la schiena.

Nove mesi dopo, Tori si trasferisce in una casetta in riva a un lago che deve essere sistemata. Lì ritrova una sua vecchia amica del liceo Charley e Jude, un bel ragazzo un po’ sulle sue che dice di abitare nella casa proprio dall’altra parte del lago.
Pian piano, Victoria conosce anche altri abitanti di questa strana cittadina e sembra che tutti abbiano dei segreti che sono accomunati tra loro. Non tutto però è ciò che sembra!

“-Incendia la tua vita. Cerca coloro che fomentano le tue fiamme.-“

Premetto che ho deciso di leggere il libro perché mi è stato consigliato e dopo aver letto molte recensione positive a riguardo, ma mai mi sarei aspettata di leggere una storia del genere.
Già dai primi capitoli, si riescono a capire alcuni legami tra dei personaggi che saranno svelati solo in seguito, quindi già il fattore sorpresa qui manca. Arriva però quando si scopre che la storia ha una parte paranormal.
Questa è l’unica cosa positiva che ho trovato in questo libro, la storia di base infatti è carina e ha davvero tanto potenziale ma è stata messa su carta in modo poco chiaro e con qualche difetto nella trama.

 “La verità è che tutto accade per una ragione e, anche se si tratta di una ragione ingiusta, fa parte del piano della tua vita, del tuo percorso su questa terra. Quindi, quello che non accade oggi accadrà probabilmente domani. E’ già tutto mappato, perché nessuno può cambiare il proprio destino”.

Come ogni storia dove c’è un qualcosa di paranormale, la prima regola a mio parere è essere coerenti con essa e non lasciare dietro niente in quanto il lettore, quando scopre come stanno realmente le cose, deve riuscire a combinare insieme gli elementi che ha letto all’inizio e coprire quei buchi che ovviamente ci sono se non si hanno tutte le info a disposizione. Beh, qui alcuni buchi rimangono e questo mi ha fatto abbassare di molto il voto.

“-Una volta mi hai detto che volevi vedermi spiegare le ali e volare via. Ecco, sono diventata una farfalla ed è così bello sentirmi finalmente libera.-“

La scrittura è stata abbastanza scorrevole nella prima parte del racconto ma, dopo la metà non vedevo l’ora di finirlo anche solo per sapere come l’autrice ne sarebbe uscita fuori e devo dire che l’epilogo è stato proprio la ciliegina sulla torta della catastrofe!
Mi dispiace non averlo apprezzato, dato che è così amato da molte altre lettrici ma forse avevo un po’ troppo aspettativa.
Gli do comunque la sufficienza per l’originalità della storia.

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla HomeTorna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.