Recensione Caraval di Stephanie Garber

Con la Recensione di oggi, vi parliamo del primo libro di questa particolare serie. Stiamo parlando di Caraval di Stephanie Garber. Venite a vedere cosa ne pensiamo!

Recensione Caraval di Stephanie Garber

Titolo: Caraval Link Amazon
Titolo originale: Caraval
Serie: Caraval # 1
Autore: Stephanie Garber
Editore: Rizzoli
Data Uscita: 2 novembre 2017
Pagine: 429
Narrazione: Prima persona, pov di Rossella
Finale: cliffhanger

Serie Caraval:
01. Caraval
02. Legend Recensione
03. Finale Recensione

Sinossi

Il mondo, per Rossella Dragna, ha sempre avuto i confini della minuscola isola dove vive insieme alla sorella Tella e al potente, crudele padre. Se ha sopportato questi anni di forzato esilio è stato grazie al sogno di partecipare a Caraval, uno spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario in cui il pubblico partecipa attivamente; purtroppo, l’imminente, combinato matrimonio a cui il padre la sta costringendo significa la rinuncia anche a quella possibilità di fuga. E invece Rossella riceve il tanto desiderato invito, e con l’aiuto di un misterioso marinaio, insieme a Tella fugge dall’isola e dal suo destino…

Appena arrivate a Caraval, però, Tella viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato: Rossella scopre in fretta che l’edizione di Caraval che sta per iniziare ruota intorno alla sorella, e che ritrovarla è lo scopo ultimo del gioco, non solo suo, ma di tutti i fortunati partecipanti. Ciò che accade in Caraval sono solo trucchi ed illusioni, questo ha sempre sentito dire Rossella. Eppure, sogno e veglia iniziano a confondersi e negare la magia diventa impossibile. Ma che sia realtà o finzione poco conta: Rossella ha cinque notti per ritrovare Tella, e intanto deve evitare di innescare un pericoloso effetto domino che la porterebbe a perdere Tella per sempre…

Recensione di Giulia

Con Caraval, mi accingo a far entrare nella mia lista una nuova autrice: Stephanie Garber. Avevo questa lettura nel kobo ormai da anni e non mi ero mai decisa a iniziarlo, poi spinta da una mia amica ho deciso che era arrivata la sua occasione.

Le vere protagonista di questa storia le due sorelle Rossella (Sella) e Donatella (Tella). Le due vivono con un padre che le maltratta, mentre la madre le ha abbandonate da qualche anno e non si hanno più notizie di lei. Sono cresciute quindi con la loro nonna, la quale le raccontava sempre di Caraval e di Mastro Legend.
Rossella, quindi, da piccola inizia a scrivere a Legend chiedendo di portare i suoi artisti anche nella loro isola perché sua sorella voleva fortemente vederli.
Gli anni passano, ma Rosella non ha notizie da lui, fino a quando non gli scrive dicendole che sta per sposarsi con un Conte e quindi ormai non avrà più la possibilità di vederli. Ed è proprio allora che Legend la invita sulla sua isola.

Rosella sa bene che non può allontanarsi da casa sua, soprattutto con le nozze imminente, ma Donatella è di tutt’altro pensiero e, in un modo alquanto rocambolesco, rapisce Sella e con l’aiuto di Julian (un marinaio amico di Tella) approdano sull’isola di Legend.

«Ciò che succede oltre questo cancello potrebbe essere spaventoso o eccitante, ma non lasciatevi trarre in inganno. Proveremo a convincervi che sia vero, quando in realtà è tutta una messa in scena. Un mondo fatto di finzione. Noi cercheremo di coinvolgervi, e  voi state attenti a non farvi coinvolgere troppo. I sogni che diventano realtà possono essere bellissimi, ma anche trasformarsi in incubi quando le persone non vogliono svegliarsi»

Da questo momento, Rosella si ritroverà a giocare a un gioco dove nulla è come sembra, ma la posta in gioco è molto alta, ossia ritrovare sua sorella. Quell’anno infatti, Donatella diventa la persona da trovare per vincere, ma si hanno solo cinque notti per farlo.
Grazie anche all’aiuto di Julian, e di alcuni artisti, Rossella scoprirà man mano tutti gli indizi che la porteranno da sua sorella e a scoprire cosa si cela dietro Caraval.

Quando ho iniziato questa lettura mi aspettavo tutto tranne il dover imprecare ogni due pagine. La storia non ha nulla di scontato o banale, anzi, a ogni pagina ti ritrovi a cercare di capire cosa stia succedendo e cosa succederà più avanti ma, ogni singola volta, ti ritrovi con un pugno di mosche in mano. Tutte le le previsione che si possono fare vengono magistralmente buttate nel cesso con situazioni che non credevi mai possibili.

“Non è il destino, è semplicemente il futuro che osserva quello che desideriamo di più. Ognuno ha il potere di cambiare il proprio destino se ha abbastanza coraggio da lottare per quello che desidera più di ogni altra cosa.”

La storia però ti prende così tanto, e la scrittura è così lineare e scorrevole, che ti ritrovi a finire il libro senza quasi rendertene conto e questo ha senz’altro alzato il mio voto sul giudizio del libro. Il fatto, poi, che sia una storia così originale, ha dato di certo una mano.
L’unica cosa che mi ha un po’ spiazzata è stato il finale e la motivazione di alcune scelte, forse un po’ troppo “esagerate”.

Se avete intenzione di apprestarvi alla lettura, vi consiglio di non fare come me ma di non avere nessun pregiudizio o la testardaggine di voler a tutti i costi capire prima le cose, è del tutto inutile! Tenete la mente libera da tutto e fatevi trasportare dalla storia. Ricordate sempre che è solo un gioco!

8

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.