Recensione La camera azzurra di Georges Simenon

La camera azzurra di Georges Simenon

Con la recensione di La camera azzurra di Georges Simenon edito da Adelphi, andiamo a scoprire uno dei romanzi di questo scrittore Belga.
La camera azzurra viene terminato il 5 giugno del 1963 e pubblicato per la casa editrice Presses de la Citè nel gennaio 1964. Fa parte della serie dei cosiddetti “romanzi duri”.
Iniziato e scritto in fretta tra aprile e maggio 1963 a Èchandes, in Svizzera, presenta analogie con un precedente romanzo psicologico di Simenon, Les Complices, del 1956. Il libro è stato incluso nella raccolta di romanzi di Simenon Pedigree et autres romans, nella prestigiosa collezione “Bibliothèque de la Pléiade” per Gallimard nel 2009.

La camera azzurra di Georges Simenon

Titolo: La camera azzurra Link Amazon
Titolo originale: La Chambre Bleue
Autore: Georges Simenon
Editore: Neri Pozza
Data Uscita: 1 Giugno 2003
Pagine: 153
Narrazione: Terza persona
Finale: Conclusivo

Sinossi

“Sei così bello” gli aveva detto un giorno Andrée “che mi piacerebbe fare l’amore con te davanti a tutti…”. Quella volta Tony aveva avuto un sorriso da maschio soddisfatto: perché era ancora soltanto un gioco, perché mai nessuna donna gli aveva dato più piacere di lei. Solo quando il marito di Andrée era morto in circostanze non del tutto chiare, e Tony aveva ricevuto da lei il primo di quei brevi, sinistri biglietti anonimi, solo allora aveva capito, e aveva cominciato ad avere paura. Ancora una volta, nel suo stile asciutto e rapido Simenon racconta la storia di una passione divorante e assoluta, che non indietreggia nemmeno di fronte al crimine. Anzi, lo ripete.

Recensione di Gabriella

Tony ha la sua famiglia, Gisèle la moglie e Marianne la figlia e sembrava che tutto procedesse per il meglio, ogni tanto si concede pure delle scappatelle, finché sulla sua strada non ritrova Andrée, una sua vecchia compagna di scuola. Da lì tutto sembra complicarsi per Tony…

“La camera era azzurra, di un azzurro – aveva notato un giorno – simile a quello della liscivia. Un azzurro che lo riportava all’infanzia, ai sacchetti di tela grezza piena di polvere colorata che sua madre diluiva nella tinozza del bucato prima di risciacquare la biancheria e stenderla sull’erba scintillante del prato. A quel tempo lui doveva avere cinque o sei anni, e si chiedeva come mai una polverina azzurra potesse ridare il bianco ai tessuti. Gli sembrava un miracolo. “

Questo è il secondo libro che leggo di Georges Simenon e devo dire che mi ha catapultata in un mondo parallelo. All’inizio lascia il lettore in balia delle sue supposizioni, senza riuscire a capire esattamente cosa sia successo, lo si capisce solamente molto tempo dopo, ma questo non fa sì che il lettore si annoi, ma lo tiene sempre con il fiato sospeso a cercare di capire cosa stia realmente accadendo.

Ha un modo di scrivere particolare ma, allo stesso tempo, catalizzatore: ho letto il libro in soli due giorni nonostante abbia abbassato parecchio il mio tempo di lettura. Fino a più di metà libro ti chiedi cosa sia successo per far sì che Tony sia stato arrestato e continui a farti delle supposizioni che solamente verso la fine del libro riuscirai a risolvere.

“Non aveva un temperamento nervoso. Per appurarlo l’avevano sottoposto a parecchi test, a Poitiers, prima il medico della prigione, lo psichiatra, e poi quella strana donna con gli occhi da zingara, la psicologa, che a volte gli sembrava comica, e a volte gli faceva paura.
A stupirli era piuttosto la sua calma, che a loro appariva addirittura riprovevole. In Corte d’assise, per esempio, qualcuno – il sostituto procuratore generale o l’avvocato di parte civile – avrebbe definito quella calma come una dimostrazione di cinismo e di aggressività.”

I personaggi sono molto ben delineati: Tony con le sue carenze e i suoi pregi (?), Andrèe con la sua pazzia, Gisèle con il suo essere sottomessa. Non posso dire di più sui personaggi perchè andrei sullo spoiler.

Naturalmente non posso che consigliare questo libro, soprattutto a chi piace risolvere dei rompicapi!

nove

Facci sapere cosa ne pensi anche tu!

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni 

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *