Recensione il Lord della seduzione di Loretta Chase

Con la Recensione de il Lord della seduzione di Loretta Chase, vi parliamo di un libro che ha avuto così tanto successo in America che la Mondadori ha deciso di portarlo anche qui da noi. Andiamo a vedere di cosa parla!

Recensione il Lord della seduzione di Loretta Chase

Titolo: Il Lord della seduzione Link Amazon
Titolo originale: Lord of Scoundrels
Serie: Scoundrels # 3
Autore: Loretta Chase
Editore: Mondadori
Data Uscita: 7 maggio 2016
Pagine: 387
Narrazione: Terza persona, doppio pov
Finale: conclusivo

Serie Scoundrels:
01. La figlia del leone
02. Prigioniero del desiderio
03. Il Lord della seduzione
04. L’ultimo libertino

Sinossi

Jessica Trent è risoluta: vuole liberare a ogni costo il fratello dalla cattiva influenza del famigerato Sebastian Ballister, celebre marchese di Dain. Mai si sarebbe aspettata di iniziare lei stessa a desiderare un libertino amorale come Sebastian. Preso dalla stessa passione, il marchese finisce col mettere entrambi in una posizione compromettente in pubblico, ma non ha alcuna intenzione di cedere: è stata lei a tentarlo e ora dovrebbe addirittura salvarle la reputazione! Il rude e arrogante marchese, però, deve ancora fare i conti con la più imprevedibile delle incognite: l’amore.

Recensione di Giulia

Sebastian Leslie Guy de Ath Ballister è nato dal matrimonio tra suo padre, un Conte alle sue seconde nozze e una giovane donna. Il Conte aveva deciso di sposarsi dopo che la sua prima moglie e i figli nati da questo, sono morti per una malattia e lui, per poter avere un’erede è stato costretto a risposarsi. Sebastian quindi è nato da una relazione dove l’amore non era contemplato. Non ha aiutato neanche il fatto che quando lui aveva circa otto anni, sua madre sia scappata via con l’amante e lui è rimasto in una casa dove il padre lo ignorava ed è dovuto crescere da solo.

Venticinque anni dopo, troviamo quindi un uomo che chiamano Balzebù per il suo carattere scontroso e il suo vivere una vita al limite dello scandalo. Si circonda solo dei pochi amici con cui è cresciuto a Eton e gli unici che non hanno paura di lui.

“-Ah, quindi conoscete bene la mia reputazione, vero, signorina Trent?- si informò Dain.
-Oh, sì. Siete la persona più malvagia che abbia mai vissuto su questa terra. E mangiate i bambini piccoli per colazione, almeno così dicono loro le bambinaie, se sono stati cattivi.-
-Ma voi non siete affatto allarmata.-
-Non è l’ora di colazione e io non sono più una bambina piccola. Anche se capisco come voi, dato il vostro punto di vista elevato, possiate scambiarmi per una bambinetta.-“

Jessica è una ragazza di trent’anni, quindi praticamente una zitella, ma non perché non abbia uno stuolo di pretendenti, anzi. Il suo è un carattere forte, non si fa mettere i piedi in testa da niente e da nessuno ed è appassionata di antichità. Infatti, è proprio in un negozio di antiquariato che fa la conoscenza di Dain.
Entrambi provano una forte attrazione verso l’altro ma, ogni volta che si vedono, si scontrano.

Jess ce l’ha con lui perché Dain sta facendo giocare d’azzardo suo fratello Brent, dilapidando tutti i soldi di famiglia e Jessica cerca di convincerlo a lasciarlo stare, ma Balzebù la prende come una sfida e iniziano a farsi i “dispetti” a vicenda, che sfociano sempre in situazioni parecchio divertenti.
Fino a quando una situazione non sfugge di mano a entrambi e dovranno prendere una decisione che cambierà la loro vita e quella di alcuni personaggi secondari.

“-Mi sono messo in testa l’idea idiota che voi siate la fanciulla più bella che io abbia mai visto. Tranne che per la vostra acconciatura- aggiunse, lanciando un’occhiata disgustata alle crocchie, alle piume e alle perle. -È terribile.- Jessica si accigliò. -Le vostre effusioni romantiche mi lasciano senza fiato.-“

Sebbene abbia iniziato la lettura di questa serie dal terzo libro, questo non ha inficiato in alcun modo alla comprensione degli eventi e degli altri personaggi, cosa che mi è stata molto utile.
Ho trovato una storia davvero molto divertente, grazie soprattutto ai dialoghi tra i due protagonisti e alla lingua tagliente di Jessica.

La scrittura di Loretta Chase è molto scorrevole e abbastanza dettagliata da farti trasportare in quell’epoca. I personaggi sono molto caratterizzati, anche la “trasformazione” di Dain e la consapevolezza di essere finalmente amato da qualcuno e di poter vivere davvero dentro una famiglia.
Insomma una lettura piacevole per passare qualche pomeriggio in leggerezza ma anche con qualche risata.

otto

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla HomeTorna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.