Recensione Blake Deshawn Il cerchio perfetto di Katherine L Frye

Blake Deshawn Il cerchio perfetto

Con la recensione che vi proponiamo oggi vi parliamo di Blake Deshawn Il cerchio perfetto di Katherine L Frye edito da Cignonero. Il primo libro che abbiamo deciso di leggere come lettura di gruppo del nostro blog.

Blake Deshawn Il cerchio perfetto di Katherine L Frye

Titolo: Blake Deshawn Il cerchio perfetto Link Amazon
Autore: Katherine L Frye
Editore: Cignonero
Data Uscita: 26 Giugno 2019
Pagine: 342
Narrazione: Prima persona, pov alternato
Finale: Conclusivo

Sinossi

Credi di poter trasformare il lupo in un principe azzurro.
Ma la verità è che il lupo ha denti affilati.
E sa morderti.
E non cambia.

La sorte è stata particolarmente generosa con Adrianne Morrison: unica figlia di un facoltoso imprenditore londinese, è bella, ricca e raffinata, ha un fidanzato che la adora e con cui sta organizzando il matrimonio dei suoi sogni. Niente potrebbe incrinare il suo cerchio perfetto.
Ma un pomeriggio, un uomo si introduce in casa sua. Adrianne è sotto la doccia, non si rende conto di nulla. Non sente i passi pesanti che si aggirano per il suo salotto, percorrono il corridoio ed entrano in bagno. Si accorge di lui solo quando la raggiunge sotto il getto dell’acqua.
Non è uno sconosciuto.
Adrianne sa chi è, ha già avuto modo di incontrarlo.

Blake Deshawn ha ventotto anni, il sorriso crudele e lo sguardo magnetico, il volto segnato da una tragedia mai dimenticata e il corpo ricoperto di tatuaggi.
È eccessivo, sregolato, anarchico, abituato a ottenere ciò che vuole, senza preoccuparsi delle conseguenze.
E ha deciso di prendersi Adrianne – quella bionda viziata che nasconde l’attrazione che ha per lui dietro una cortina di disprezzo – nella sua stessa casa, nel luogo in cui si sente al sicuro. Doveva essere solo un colpo di testa, un gesto folle e sconsiderato da dimenticare in fretta. Ma da quel momento, la vita di entrambi cambia, acquista velocità, minaccia di deragliare per schiantarsi in un inferno da cui sarà difficile risalire.
Per Blake, Adrianne è un veleno mai assaggiato prima: potente, incantatore, irrinunciabile. E Blake possiede qualcosa che Adrianne non conosce: la possibilità di vivere fuori dal cerchio perfetto, senza regole, senza paure, senza imposizioni.
Perché Blake Deshawn non giudica. Mai.

Un romanzo spietato e ipnotico sui mille volti e sulle perversioni dell’amore. Due protagonisti imperfetti e indimenticabili, da odiare e da amare con tutto il cuore.

Recensione di Gabriella
Recensione di Giulia

Recensione di Gabriella

Adrianne ha tutto: un padre che la adora e sta per sposarsi con Kevin. Durante i lavori per la preparazione della struttura che ospiterà il banchetto nuziale a casa di suo padre, si imbatte in Blake Deshawn. Blake è l’esatto opposto di Kevin: pieno di tatuaggi, eccessivo, anarchico e fa quello che vuole e quando vuole. Quando Blake vede Adrianne decide che deve averla nonostante lei rispecchi tutto quello che lui disprezza: ricchezza. Doveva essere solamente una volta, ma alla fine la vita cambia per tutti di lui e lei si ritrova a dover combattere i fantasmi di Blake,

“È riuscita a sorprendermi, con quegli occhi blu che, ne sono certo, da qualche parte ho già visto. Chissà dove, chissà quando, ma c’è stato un momento in cui i nostri sguardi si sono incrociati. Ci scommetto.”

Ho iniziato questo libro in quanto scelto come lettura del nostro piccolo gruppo in quanto volevamo iniziare a leggere qualcosa insieme e commentarlo tra di noi. Ma alla fine l’ho letto e portato a termine solo per questo motivo.

I personaggi, sia principali che non, li ho trovati veramente male assortiti. Lui con dei seri problemi, pensavo che fossero la conseguenza delle droghe che usa, ma rimane il dubbio che sia stato delineato in questo modo dalla scrittrice senza un secondo fine. Lei è bipolare, non trovo altre definizioni da poterle affibbiare, mai ferma nelle sue decisioni, prima dice una cosa e poi ne fa un’altra. Entrambi continuavano a cambiare idea e a porsi in modi che ho trovato senza senso.

La trama… credo abbia poco senso come i personaggi. Anche la fine non mi è piaciuta, avrei preferito che non ci fosse il “colpo di scena”, penso avrebbe avuto più senso almeno nella fine.

Libro che sicuramente non consiglio.

due

Recensione di Giulia

Adrianne è figlia di un ex avvocato, è bella, ha una vita privilegiata e si sta sposando con un bravo ragazzo anch’esso ricco di famiglia. La sua sembra un’esistenza perfetta finché un giorno non incontra Blake Deshawn e, da quel momento, la sua vita e i suoi sentimenti vengono messi sottosopra da quest’uomo.
Blake ha un passato difficile, tutta la sua famiglia non c’è più e lui se n’è creata un’altra, circondandosi di amici fidati, soprattutto Fabian e Grace. La sua vita è finalizzata alla vendetta contro colui che gli ha tolto per sempre la sua famiglia ma, quando posa gli occhi su Adrianne, capisce subito che lei potrebbe causargli dei seri guai.

“È un pianoforte maestoso, di un legno pregiato, con i tasti in avorio che brillano anche di notte. Si prende tutta la stanza, ma non azzecca una nota.

Premetto subito che ho letto questo libro come LDG credendo fosse un Dark, un genere che amo molto se scritto bene, ma questo racconto è tutto fuorché un Dark (ebbene no, il fatto che il protagonista imprechi più di una persona che sbatte il mignolino contro qualcosa e che non si lavi quasi mai non lo definisce tale).
Dopo la delusione iniziale, però, sono andata avanti con la lettura ma, più leggevo più mi cadevano le braccia.

Iniziamo con i personaggi principali. Adrianne, che all’inizio credevo fosse una ragazza dal carattere forte e che non si faceva mettere i piedi in testa da questo tizio arrogante, presto si è dimostrata di non avere il minimo amor proprio. Per quanto lui la tratti a pesci in faccia e le dica che non la vuole, lei torna da lui strisciando e facendosi usare solo perché è così infatuata che non può stare più di un giorno senza di lui. Cosa di cui avrei già dovuto ipotizzare all’inizio, quando lui entra di soppiatto in casa sua e la becca nella doccia, lei rimane impassibile e si lascia far fare tutto perché ehi, lui è Blake Dashawn! Patetica è dire poco.

Blake era un personaggio che avrebbe potuto avere del potenziale vista la sua storia passato e tutto il suo volersi vendicare ma alla fine ne è emerso una specie di hippie drogato con tendenze al bipolarismo. Tralasciamo il fatto che è andato in overdose due volte e magicamente dopo un paio d’ore era più fresco di prima, grazie a una flebo magica, ma il fatto che per tutto il libro abbia cambiato idea su ciò che provava per la “Bionda” (ebbene sì, la chiama sempre e solo così, tanto che quasi avevo dimenticato il suo vero nome) mi ha reso la lettura pesante e mi ha fatto girare la testa.

La cosa però che più mi ha dato fastidio è quando, tra i suoi sproloqui, se ne esce con una frase del tipo “l’ammazzerei per quanto la amo”. Una roba del genere non deve assolutamente essere detta, figuriamocela se ti metti a scriverla in un libro, sei seria?

Gli altri personaggi sono più inutili di una forchetta per la minestra, Grace detta la “Bimba” (sì, anche qui lui la chiama sempre così!), è un’altra che super attaccata a Blake ma almeno lei ha una motivazione più comprensibile.
Fabian probabilmente è l’unico che possa salvare, in certi casi mi ha anche fatto pena!
Insomma libro bocciato decisamente, per fortuna che la scrittura era abbastanza decente e sono riuscita a leggere i capitoli settimanali in mezza giornata.
Mi dispiace, ma non posso consigliare questo libro, le do due stelle giusto perché era il primo libro che ha pubblicato!

Se anche tu vuoi dirci la tua o far parte del nostro gruppo per le letture di gruppo, scrivi pure qui sotto.

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.