Recensione Tutta colpa del tè di Marta Savarino

Tutta colpa del te di Marta Savarino

La recensione che vi proponiamo oggi è Tutta colpa del tè di Marta Savarino. Questo libro fa parte di una serie che si chiama Cuori nelle Highlands ed è il primo dei due volumi usciti.
Marta Savarino è nata a Torino nel 1981. Lavora in banca, è madre e moglie, ma soprattutto una sognatrice. Fin da giovane ha avuto la passione per i romanzi storici e la storia francese, di cui predilige il periodo di Luigi XIV, il Re Sole. Il suo scrittore preferito è Stephen King. Adora viaggiare e ama la Francia e la Scozia tanto da ambientarci le sue storie. È autrice di romanzi storici e romance che pubblica dal 2011: La Maschera Rossa (2015), La promessa di Jeanne (2014), La Vendetta di Isabelle (2014), La Strega di Skye (2014), Parigi, amore e altri disastri (2014), Fuga da Versailles (2011). Sulla sua pagina Facebook (www.facebook.com/martasavarinoautrice) si trovano molte curiosità sui suoi libri.

Tutta colpa del te di Marta Savarino

Titolo: Tutta colpa del tè Link Amazon
Serie: Cuori nelle Highlands #1
Autore: Marta Savarino
Editore: Amazon Publishing
Data Uscita: 1 Dicembre 2015
Pagine: 224
Narrazione: Pov alternati, lei in 1° persona, lui in 3° persona
Finale: Conclusivo

Cuori nelle Highlands:
01. Tutta colpa del tè
02. Quel che sarà di noi

Sinossi

Luisa parte per la Scozia. È stata abbandonata dal compagno alla nascita della loro figlia. È delusa, affranta e arrabbiata, ma è decisa a reagire per amore della piccola Viola. Accolta dalla famiglia di origine, ritrova se stessa dedicandosi alla sua più grande passione, la cucina. Adesso è lo chef nell’albergo dei genitori. Le giornate scozzesi fredde, lunghe e assolate si susseguono tranquille, e l’allegria torna. La frizzante personalità di Luisa rivive con la piccola Viola e i nipoti. Nella vita di Luisa non c’è più posto per un altro uomo.

L’arrivo di David Alexander Hamilton, il nuovo giardiniere dell’albergo, bellissimo, affascinante e sensuale, romperà questo proposito. Il risveglio dei sensi di Luisa sarà turbato dal tormento di un doloroso segreto celato dall’uomo..

Recensione di Gabriella

Luisa appena dopo aver partorito la piccola Viola in Italia, viene abbandonata dal compagno e l’unica cosa che le rimane da fare è tornare in Scozia dai suoi genitori con la piccola. Una volta tornata a casa e rimessi insieme i cocci di quello che rimane di se stessa, si occupa a tempo pieno di sua figlia e riprende la sua grande passione per la cucina occupandosi del ristorante nell’albergo dei suoi genitori a Inverness. Sembra tutto procedere con normalità finché non giunge in albergo il nuovo giardiniere tuttofare che non è assolutamente come quello che c’era prima.

“Sbatto le palpebre e non riesco a muovere un passo. Rimango lì, immobile, con un’espressione – di questo ne sono sicura – da perfetta idiota stampata sulla faccia. Non solo, ma sento anche che sto arrossendo, anzi lo so, mi conosco troppo bene, quando sono n in imbarazzo le mie guance diventano ridicolmente rosse. Guardo Viola, poi guardo lui. E così questo sarebbe il signor Hamilton che si occupa della manutenzione del nostro giardino e dell’albergo? Quello che la mia mente bacata si figurava come un gentile e anonimo signore di mezza età, magari con un po’ di pancia, quasi calvo? Oddio, perché nessuno mi aveva avvertita?”

Avevo questo libro nella mia libreria da veramente tantissimo tempo. Avuto con tanto di dedica dalla stessa autrice durante un evento, ma non ho mai trovato la scusa buona per leggerlo fino a questo momento.

Entrambi i protagonisti hanno un passato complicato: lei un abbandono e lui un lutto, entrambi non facili da lasciarsi alle spalle ma con la voglia, da entrambe le parti, di farlo e di ricominciare.
Luisa è molto provata ma prova per David un’attrazione che la fa tornare un’adolescente che fatica anche a rapportarsi con gli altri. A David piace tantissimo Luisa, ma il lutto che porta nel cuore gli fa passare dei momenti da sereni a completamente bui a cui entrambi faticano a stare dietro.

“Quella donna gli piaceva. L’aveva capito dal primo momento in cui era entrato nella sua cucina insieme alla sua bambina, Viola. Quando Luisa gli aveva rovesciato il tè caldo addosso e l’aveva costretto praticamente a spogliarsi, credendo di averlo quasi ucciso con un po’ di acqua bollente, qualcosa era scattato in lui.”

La trama è scorrevole, non è pesante nonostante il passato di entrambi e si fa leggere senza inciampare in momenti di piatta totale.

Libro che si lascia leggere velocemente e ben scritto. Lo consiglio alle inguaribili romantiche che sperano sempre nel lieto fine.

Sette

Se anche tu lo hai letto e vuoi dirci la tua non esitare e commenta qui sotto!

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.