Recensione Mog la gatta distratta di Judith Kerr

Mog la gatta distratta di Judith Kerr

La recensione che vi proponiamo è Mog la gatta distratta di Judith Kerr edito da Mondadori. Andiamo a scoprire di cosa tratta.

Anna Judith Gertrud Helene Kerr è stata una scrittrice, illustratrice e sceneggiatrice tedesca naturalizzata britannica.
Nacque in Germania, ma all’età di undici anni dovette trasferirsi con la sua famiglia, così come tutti i rifugiati ebrei, nel Regno Unito. Furono obbligati a partire perchè il padre, noto critico teatrale era ricercato dalle autorità. La famiglia si trasferì prima in Svizzera, poi in Francia e infine nel Regno Unito. La futura scrittrice divenne cittadina britannica tre anni dopo.
Divenne famosa per i suoi libri per bambini, anche illustrati da lei, e per i romanzi autobiografici che narrano la storia dell’ascesa al potere del nazismo nella Germania degli anni trenta dal punto di vista di una bambina.
Durante la seconda guerra mondiale, operò per la Croce Rossa e in seguito divenne sceneggiatrice per la televisione dove conobbe suo marito, anch’egli sceneggiatore. Ebbe due figli, un maschio Matthew Kneale, scrittore che ha vinto molti premi prestigiosi e una femmina, Tracy Kneale, che lavora nel cinema occupandosi di effetti speciali, viene menzionata soprattutto per i film di Harry Potter.

Questo articolo è acquistabile con il Bonus Cultura e con il Bonus Carta del Docente quando venduto e spedito direttamente da Amazon. Sono esclusi prodotti di Venditori terzi sul Marketplace di Amazon. Verifica i termini e condizioni dell’ iniziativa Bonus Cultura 18app e di Carta del Docente.

Mog la gatta distratta di Judith Kerr

Titolo: Mog, la gatta distratta Link Amazon
Titolo originale: Mog the Forgetful Cat
Autore: Judith Kerr
Editore: Mondadori
Data di Uscita: 11 Giugno 2019
Pagine: 30 pagine
Narrazione: Terza persona
Finale: Conclusivo
Età di lettura: da 3 anni in sù

Sinossi

Mog è una gatta molto dolce ma anche molto distratta: si dimentica di pulirsi il pelo, di passare dalla sua porticina per entrare in casa e persino di aver mangiato! Ma una notte, proprio quando sta combinando uno dei suoi pasticci, la distrazione di Mag si rivelerà molto utile…

Recensione di Gabriella

Mog è una gattina molto dolce ma anche mooolto distratta. Si dimentica di fare le cose, ma una volta questo suo dimenticarsi le cose è tornato molto utile alla sua famiglia.

“C’era una volta una gattina di nome Mog.
Viveva con una famiglia di nome Thomas.
Mog era molto dolce, ma non troppo sveglia.
Non capiva certe cose e ne dimenticava tante altre.
Era una gatta davvero distratta.”

Inizialmente questo libro lo abbiamo trovato molto triste. Questa gattina che si dimentica sempre di fare qualcosa o addirittura che c’è qualcosa che può aiutarla e tutti le dicono “che gatta combinaguai”. Direi che è tipico dei gatti combinare qualcosa e continuare a etichettarla, sinceramente, fa tristezza e questa cosa l’ha condivisa anche la mia piccola.

“Debbie si svegliò urlando.
Mog saltò giù dal letto.
Il signore e la signora Thomas dissero in coro: <<Che gatta, combinaguai, combinaguai, COMBINAGUAI!>>.
Debbie invece non disse niente, perchè stava ancora piangendo per via del brutto sogno.”

Libro carino ma triste.

Sette