Recensione Always be my baby di Naike Ror

Con la Recensione di oggi vi parliamo di un libro MM scritto da Naike Ror: Always be my baby. Andiamo a conoscerne i protagonisti!

Recensione Always be my baby di Naike Ror

Titolo: Always be my baby Link Amazon
Autore: Naike Ror
Editore: Self publishing
Data di uscita: 8 maggio 2021
Pagine: 331
Narrazione: Prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo

Sinossi

Kerringhton, Illinois, ultimo anno di liceo. Joon Seok Parker, eccellente studente di chimica avanzata, esperto di taekwondo e sempre in orario, è uno dei migliori allievi del suo anno, e non solo perché è scrupoloso a prendere appunti durante le lezioni. C’è una nota stonata, però, nella sua tranquilla esistenza: Dave Gregory Peterson.

Rumoroso, disordinato, casinista e inopportuno, Dave è la sua spina nel fianco, oltre che suo vicino di banco. Infastidire Joon Seok sembra essere per Dave una missione da quando è nato, così come lo è per Joon Seok snocciolare insulti a ogni sua provocazione. Tutto sommato il loro è un equilibrio stabile, finché non si ritrovano, durante un gioco, costretti a subire la stessa punizione: un quarto d’ora rinchiusi al buio dentro un minuscolo sgabuzzino di un sottoscala.

Recensione di Giulia

Joona e Dave sono due ragazzi che vivono a Kerringhton una cittadina con una base dei marines. Hanno la stessa età quindi si conoscono da quando andavano all’asilo insieme, inoltre vivono in due case che si trovano una di fianco all’altra.
Il loro è stato fin dall’inizio un rapporto turbolento, soprattutto per il fatto che sono due persone completamente all’opposto.

Dove Joon è tranquillo, studioso e rispettoso delle regole, Dave è un uragano di energia, che pensa solo a divertirsi e a uscire. Per questo i due si punzecchiano sempre, sebbene le loro madri cerchino di farli andare d’accordo visto che loro due sono migliori amiche e socie in affari.

“Trovavo irresistibile disturbarlo perché per me lui era irresistibile: concetto piuttosto macchinoso, ma io ero macchinoso, cosa potevo pretendere?

Ormai hanno diciotto anni, è il loro ultimo anno del liceo ed entrambi hanno i loro obiettivi futuri a cui pensare, Joona studierà chimica mentre Dave andrà a Parigi per due mesi per poi iniziare il suo studio in Letteratura. Ma una punizione di un gioco li metterà davanti a un’attrazione che non avevano mai capito ci fosse tra di loro ed entrambi dovranno affrontare la realtà.

“«Che stai facendo?» riuscii a domandargli.
«Voglio baciarti per sapere cosa si prova. Non siamo amici in cookies e non siamo cugini in cake, quindi che problema c’è?»
«Se non volessi farlo?»
«Immagino che in tal caso tireresti fuori dalla tasca la pistola che nascondi per spararmi.»
«Non ho nessuna pistola in tasca.»
«Non si direbbe.»

Come al solito Naike Ror non sbaglia un colpo, anche stavolta mi sono ritrovata a finirlo in pochissimi giorni e a rimanere incollata alle pagine di un racconto che non ha assolutamente nulla di drammatico o sensazionale ma che comunque ti porta a volerne leggere sempre di più.

La storia di Dave e Joona, essendo un MM, racconta molto bene le difficoltà di fare coming out e di essere un omosessuale in un’ambiente che vieta ogni sorta di “anormalità” e lo fa molto bene.
I personaggi sono caratterizzati bene visto quanto sono diversi tra loro e ho amato anche quelli secondari, soprattutto Jane e Suji.

“«Mamma?»
«Che c’è?»
«Se fossi gay?»
«Mi dispiacerebbe per colui che dovesse innamorarsi di te.»
Le sorrisi. «Tutto qua? Ti dispiacerebbe per il ragazzo con cui finirei insieme?»
«Dave, sei mio figlio, la ragione della mia vita e l’unico uomo che amerò più di me stessa, ma ti conosco. Chiunque si innamorerà di te sarà fortunato solo se avrà tanta pazienza e un alto livello di sopportazione. Dovrà amare di più i tuoi difetti che i tuoi pregi. Che sia uomo o donna non fa differenza.»”

Libro che si legge davvero in poco tempo, ma Naike Ror scrive così bene che potrebbe essere anche una storia no-sense e comunque scorrerebbe, mi è piaciuta anche in questo “nuovo genere” e continuerò a leggere gli altri suoi libri che mi rimangono.
Ne consiglio la lettura sicuramente, soprattutto se amate le storie MM.

8

Se anche tu lo hai letto e vuoi dire la tua non esitare e commenta qui sotto!

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *