Recensione The teaching hours di Sara Ney

Con la Recensione di oggi, vi parliamo dell’ultimo volume della serie How to date a Douchebag: The teaching hours di Sara Ney.

Recensione The teaching hours di Sara Ney

Titolo: The teaching hours Link Amazon
Titolo originale: The teaching hours
Serie: How to date a Douchebag # 5.5
Autore: Sara Ney
Editore: Hope edizioni
Data Uscita: 1 giugno 2021
Pagine: 63
Narrazione: prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo

How to date a Douchebag series:
01. The Studying hours Recensione
02. The failing hours Recensione
03. The learning hours Recensione
04. The coaching hours Recensione
05. The lying hours Recensione
5.5 The teaching hours

Sinossi

Stando alle voci in giro per il campus, Rex Gunderson non è certo materiale da fidanzato. Dicono che non sia abbastanza serio per quello. Tutti pensano che sia un buffone. Si dice anche che l’ex manager della squadra di wrestling, dopo essere caduto in disgrazia, abbia lasciato il campus con la coda tra le gambe.
Ma ora Rex è tornato e non è più lo stronzo di una volta. Adesso, è pronto a dimostrare che quelle voci si sbagliano. Il lupo ha perso il pelo e pure il vizio. E sta per diventare il mio coach per gli incontri galanti.

Recensione di Giulia

Le vicende di The lying hours iniziano subito dopo la fine del libro precedente, dato che la protagonista è proprio Hannah, la migliore amica di Skylar.
Ora che lei ha trovato l’amore con Abe, Hannah sente di voler avere la stessa cosa, purtroppo il suo carattere non rende le cose semplici.

Decidi quindi di scaricare anche lei l’app di incontri e iniziare a uscire con qualcuno, ma il primo su cui le cade l’occhio è il caro e vecchio Rex che conosciamo molto bene dai libri precedenti.
Rex ormai è cambiato, adesso ha la testa sulle spalle ed è uno zigo (un zio figo) per la figlia di Annabelle, è tornato per un semestre, per aiutare il suo vecchio coach di wrestling.

“Voglio qualcosa di vero, e di intenso. Voglio qualcuno che mi dia il buongiorno, ed essere l’ultima persona a cui dà la buonanotte. Voglio qualcuno che agli appuntamenti mi faccia ridere, e che dopo mi faccia venir voglia di fare sesso. Un ragazzo gentile con i miei amici, e che li tratti bene.”

Skylar decide quindi di chiedergli aiuto su come comportarsi con i ragazzi e Rex è più che deciso ad aiutarla, ma quando si incontrano per la prima volta, tra l’oro scatta subito la scintilla e capiscono di aver trovato finalmente la persona giusta.

“Hannah mi piace; mi piacciono la sua goffaggine e la sua insicurezza. È tanto inconsueto che a me questo aspetto del suo carattere non crei alcun problema? Forse, ma chi se ne frega. Certo, è un disastro vivente. Cambia idea ogni trenta secondi e vomita commenti inappropriati senza nemmeno pensarci su.”

Breve novella che chiude un po’ il cerchio di questa serie, probabilmente non è stata molto rilevante ma a mio parere Rex meritava il suo happy ending visto com’è maturato nel corso dei libri. Anche Hannah era un bel personaggio quindi è stata una perfetta conclusione anche se qualche pagina in più l’avrei messa.

Come ogni fine di serie, tiro un po’ le somme e posso dire di consigliarla, soprattutto i primi volumi che ho trovato migliori. How to date a Douchebag è una di quelle serie molto leggere, da leggere in poco tempo e che ti strappano anche qualche sorriso.

Se anche tu lo hai letto e vuoi dire la tua non esitare e commenta qui sotto!

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *