Recensione Buon Natale signor Miggles di Eli Easton

Con la Recensione di oggi, vi parleremo di un libro ambientato proprio durante le feste natalizie Stiamo parlando di Buon Natale signor Miggles di Eli Easton.

Recensione Buon Natale, signor Miggles di Eli Easton

Titolo: Buon Natale, signor Miggles Link Amazon
Titolo originale: 
Merry Christmas, mr. Miggles
Autore: 
Eli Easton
Editore: Triskell
Data Uscita: 13 febbraio 2017
Pagine: 178
Narrazione: Prima persona, pov di Toby
Finale: Conclusivo

Sinossi

Toby Kincaid adora il suo lavoro nella biblioteca della città di Sandy Lake, in Ohio, dove passa i suoi giorni circondato dai libri a parlare con i visitatori. Adora specialmente il suo capo, il signor Miggles: gentile, arguto, sapiente in qualsiasi campo e totalmente innamorato del Natale. Sean Miggles, oltretutto, è davvero carino, specialmente per essere un adulto che veste completo e cravatta.

L’uomo, però, si tiene a distanza da tutti, e c’è una tristezza nei suoi occhi che Toby non comprende. Quando Sean viene accusato ingiustamente di un crimine che non ha commesso si arrende e non prova neanche a lottare, perciò Toby si rende conto che deve essere lui da solo a salvare la biblioteca… e il suo capo.

Cercherà, così, di smascherare l’oscurità che si cela nel passato di Sean e dimostrargli che anche lui merita una seconda possibilità, nella vita come nell’amore. E, mentre si occupa del suo personale miracolo di Natale, magari riuscirà anche lui a ricevere il dono a cui ambisce tanto: amare ed essere amato dal signor Miggles.

Recensione di Giulia

Toby ha ventiquattro anni e fa il lavoro per che ama e per cui si è laureato: il bibliotecario. Vive a Sandy Lake una piccola cittadina nell’Ohio ed essendo gay a lui quel luogo gli sta un po’ stretto. Ma comunque è riuscito a trovare l’amore mettendosi con la sua cotta del liceo: Justin.

Da quando però, la vecchia capa della biblioteca è stata sostituita da Sean Miggles, Toby non riesce a fare a meno di essere attratto da lui. Hanno dieci anni di differenza ma per come si veste il signor Miggles, sembra quasi averne il doppio. In più quell’aria triste che si porta dietro lo rende ancora più affascinante ai suoi occhi.

“Perché non aveva famiglia? Era un po’ stravagante ma di bell’aspetto per essere, sapete… un uomo un po’ non più giovanissimo. Era alto e in forma, aveva capelli ricci e castani e indossava sempre un paio di occhiali robusti con montatura di corno, abbastanza vintage da renderlo figo. Ciò nonostante, come ho già detto, c’era sempre della tristezza nei suoi occhi. Avevo una teoria al riguardo, su un qualche passato tragico, qualcosa di misterioso e doloroso. Mi ricordava uno di quei personaggi minacciosi dei romanzi di Charlotte o Emily Brontë. Una specie di signor Rochester fuso al Fantasma dell’Opera, solo con delle cicatrici invisibili.”

Il Natale è alle porte e i due sono alle prese con l’allestimento della biblioteca e con la lotteria che organizzano ogni anno. Ma, un giorno, Sean viene accusato di un crimine orrendo, Toby sa benissimo che sono tutte delle menzogne e cerca con tutto se stesso di risolvere la situazione e aiutare non solo il signor Miggles ma anche il futuro della biblioteca che, a causa di ciò, rischia di chiudere.

Una storia natalizia davvero carina, non avevo mai letto nulla della Easton e devo dire che la sua scrittura mi è piaciuta davvero tanto. I protagonisti sono ben caratterizzati e il racconto è molto scorrevole. Mi sono piaciuti molto anche i personaggi secondari, soprattutto la signora Sylvia.
Si legge davvero in poco tempo, sia per le poche pagine che per il fatto che è una bella storia che non annoia mai.

“Non volevo lasciarlo svanire, scomparire dalla mia vita come in una storia che avevo letto tempo prima. Soltanto il pensiero mi terrorizzava. La vita che mi aspettava senza Sean Miggles era piatta. Chi sarebbe stato il mio ninja della biblioteca? Il cavaliere errante di Sandy Lake? Chi mi avrebbe tenuto in riga? Chi avrebbe fatto citazioni letterarie che mi avrebbero scaldato il petto? Chi sarebbe stato il più grande e segreto desiderio custodito nel mio cuore? Arriva un momento della vita in cui devi prenderti quel che vuoi. E maledizione, se non era quello. Mi misi in punta di piedi, portai la mano alla sua nuca per tenerlo fermo e lo baciai.”

Probabilmente leggerò altro di lei e consiglio la lettura, soprattutto durante le feste natalizie!

8

Se anche tu lo hai letto e vuoi dire la tua non esitare e commenta qui sotto!

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *