Recensione Dieci piccoli inquilini di Pierdomenico Baccalario

Dieci piccoli inquilini di Pierdomenico Baccalario

La recensione che vi proponiamo riguarda un giallo per ragazzi Dieci piccoli inquilini di Pierdomenico Baccalario edito da Piemme. Andiamo a scoprire subito di cosa tratta.

Questo articolo è acquistabile con il Bonus Cultura e con il Bonus Carta del Docente quando venduto e spedito direttamente da Amazon. Sono esclusi prodotti di Venditori terzi sul Marketplace di Amazon. Verifica i termini e condizioni dell’ iniziativa Bonus Cultura 18app e di Carta del Docente.

Dieci piccoli inquilini di Pierdomenico Baccalario

Titolo: Dieci piccoli inquilini Link Amazon
Autore: Pierdomenico Baccalario
Editore: Il battello a vapore
Data di uscita: 22 marzo 2022
Pagine: 208
Genere: Mistero e giallo per ragazzi
Narrazione: Prima persona
Finale: Conclusivo
Età di lettura: 12 anni in su

Sinossi

Il commissario Lucius Asgren viene chiamato al condominio Cenere per risolvere un caso di omicidio. Uno dei dieci inquilini è stato ucciso senza un motivo apparente. Dal condominio nessuno è uscito, nessuno è entrato. È chiaro che il colpevole è uno degli inquilini. Ma, man mano che Asgren interroga i dieci, questi vengono trovati morti, uno alla volta. Il cerchio si stringe, in una trappola spietata che riunisce sotto lo stesso tetto l’assassino e le sue vittime. 

Recensione di Gabriella

Il commissario Asgren viene chiamato al condominio Cenere perché si è verificato un caso di omicidio. Nel condominio ci sono dieci inquilini e nessuno è uscito o entrato, ma chi è stato? Ogni volta che Asgren interroga uno degli inquilini viene poi ritrovato morto, e uno alla volta muoiono tutti. Ma chi è il responsabile?

“Mi hanno mandato fin qui per indagare sull’omicidio di un orologiaio ridotto a un colabrodo, evidentemente da qualcuno di molto arrabbiato, e i primi tre condomini che ho conosciuto mi sembrano uno più suonato dell’altro. Un antennista che parla troppo, come uno di quegli studenti in preda al panico che continuano a mettere una parola dopo l’altra per paura che il professore li interrompa. Una vecchia svitata che vaneggia di streghe presa di mira dai soliti delinquentelli; e un inventore rancoroso, che chissà poi che cosa ha inventato. Proprio un bel circo. È chiaro che si conoscono tutti da molto tempo e da bravi condomini si odiano dal profondo. È come entrare in una stanza dove c’è puzza di piedi, tenuta a malapena a bada da una spolverata di talco.”

Mi serviva un libro giallo per ragazzi e, non so come, mi sono imbattuta in questo libro. Un po’ a metà tra fumetto e libro per la grafica che è stata utilizzata, ma che sicuramente lo rende accattivante per i ragazzi. Inizialmente non riuscivo a inquadrarlo bene, lo trovavo abbastanza banale, ma tra immagini, scrittura, (è scritto quasi come un diario di bordo da parte del commissario) disegni e una trama che parte molto sottotono, ma che poi via via si infittisce, ho letteralmente divorato il libro in qualche ora.

“Ho bisogno di uscire a prendere un pò d’aria rinfrescarmi le idee. Questo condominio ha qualcosa di opprimente. E non solo per via dell’ascensore che si blocca all’improvviso. È come se ci fosse sempre qualcuno in agguato, al piano di sopra, o a quello sotto, dietro la porta, al muro, o nella pendola, a questo punto.”

I personaggi sono veramente tutti molto particolari, anche strani aggiungerei e hanno qualcosa da nascondere, quindi vi assicuro che il colpevole io non l’ho trovato fino alla fine, se non quando viene svelato.

Consiglio questo libro? Ni. Sicuramente accattivante per la grafica, ma la trama mi lascia perplessa anche per gli argomenti trattati.

Sette

Se anche tu lo hai letto e vuoi dire la tua non esitare e commenta qui sotto!

Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato Facebook – Instagram

Torna alla Home – Torna a Recensioni

Anche noi siamo affiliate Amazon, acquistando tramite il nostro link non ci fai diventare ricche e a te non cambierà il prezzo, ma ci aiuti a farti avere sempre delle nuove recensioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *